BU Awards: il Miglior U22 della Serie A 2015-16

Focus Home Rubriche Serie A

Il penultimo premio che assegniamo per la Serie A 2015-16 è quello di Miglior U22. Il nostro campionato purtroppo in questo ambito non offre grande equilibrio, con una manciata di candidati papabili e poi il nulla più totale. Nonostante questo, i voti sono andati quasi in un’unica direzione, chissà se anche nella realtà andrà così?

 

Il Miglior U22 secondo Alessandro Saraceno: Diego Flaccadori, Aquila Basket Trento

flaccadori trento

Il ragazzo nativo di Seriate ha avuto una crescita esponenziale quest’anno, dimostrando ampiamente di meritarsi la categoria, e non solo, perché i suoi punti sono stati fondamentali anche nella cavalcata europea della Dolomiti Energia. Flaccadori, da poco dichiaratosi per il draft NBA 2016, sta viaggiando a più di 5 punti di media a partita, avendo fatto registrare il career high di 17 punti contro Capo d’Orlando poche settimane fa. La crescita si può anche leggere in numeri: ha raddoppiato la media punti e anche i minuti giocati rispetto all’anno scorso, nonostante abbia al suo fianco esterni di primissimo livello. La caratteristica principale di Flacca è la penetrazione fulminea, tanto che molti addetti ai lavori l’hanno paragonato al primo Manu Ginobili, quello visto a Reggio Calabria e anche Virtus, nonostante fosse già un giocatore di un’altra categoria. Il #12 trentino ha inoltre un ottimo tiro da tre punti che fa di lui una grande spina nel fianco per le difese avversarie perché, quando decidi di difendere sul perimetro, ti attacca in penetrazione, mentre quando gli lasci due metri di spazio, ti piazza la bomba. Sapere che c’è un ragazzo di vent’anni così forte e con così tanti margini di miglioramento (partendo da una base importantissima), è un bene per il nostro basket e per la nostra nazionale, senza tralasciare il fatto che Diego si è sempre dimostrato un ragazzo serissimo e disponibilissimo, doti da non sottovalutare in un giocatore che vuole diventare un campione.

2° posto: Simone Fontecchio, Virtus Bologna
3° posto: Tommaso Laquintana, Orlandina Basket

 

Il Miglior U22 secondo Francesco Manelli: Tommaso Laquintana, Orlandina Basket

laquintana orlandina

Tommaso Laquintana, ovvero quando il duro lavoro paga. Quando madre natura distribuiva agli umani il talento cestistico, di sicuro Tommy non era in prima fila, ma in quanto ad applicazione e voglia di emergere, il playmaker nato a Monopoli non è secondo a nessuno: anche se solamente ventunenne, Laquintana ha già disputato campionati di DNA, DNA Silver, DNA Gold e Legadue, per poi emergere definitivamente in questa stagione di Serie A. La “gavetta” nelle leghe minori ha insegnato l’umiltà e lo spirito di sacrificio a Tommy, che l’anno scorso è stato il faro dell’Angelico Biella portata da playmaker titolare al quinto posto in A2 (e ad una positiva esperienza europea in Eurochallenge), mentre quest’anno ha più volte rubato minuti ad Ilievski nello slot di 1 all’Orlandina, portando in dote alla squadra 7 punti e 2.3 assist di media in soli 22 minuti. Tallone d’Achille sono le troppe palle perse (2.8 di media) ma sicuramente il classe ’95 ha ancora tempo per migliorare, il play del futuro per la nazionale italiana potrebbe essere lui.

2° posto: Diego Flaccadori, Aquila Basket Trento
3° posto: Simone Fontecchio, Virtus Bologna

Il miglior U22 secondo Niccolò Armandola: Diego Flaccadori, Aquila Basket Trento

In una stagione in cui i giovani italiani non hanno brillato particolarmente, vuoi per mancanza di spazio o per una qualità inferiore rispetto agli ultimi anni, il premio di miglior u22 spetta indubbiamente a Diego Flaccadori, complice il calo di Fontecchio e una concorrenza non troppo agguerrita. La guardia di Trento ha saputo sfruttare bene i minuti che Buscaglia gli ha concesso, mantenendo la discreta media di 5.3 punti in 16 minuti di gioco. In netta crescita, il nativo di Seriate è andato in doppia cifra in tre delle ultime quattro uscite dell’Aquila in regular season, a confermare un miglioramento che lascia ben sperare per il futuro. Inoltre, Flacca ha dimostrato personalità e carattere anche in Europa, non subendo la pressione delle competizioni internazionali e tenendo le stesse medie del campionato anche in Eurocup. A 20 anni, il futuro potrebbe essere radioso per lui…

2° posto: Tommaso Laquintana, Orlandina Basket
3° posto: Simone Fontecchio, Virtus Bologna

Il Miglior U22 secondo i fans: Diego Flaccadori, Aquila Basket Trento

Anche secondo i nostri lettori è Diego Flaccadori il miglior giovane del nostro campionato. La guardia di Trento ha ottenuto una larga maggioranza, precedendo il vincitore dell’anno scorso Fontecchio e Laquintana, che invece completa il podio.

Bu Awards

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.