Ultimo quarto da incubo: Real Madrid gela Istanbul e l’Efes

Home

ANADOLU EFES ISTANBUL – REAL MADRID 82-84 
(23-23/29-22/22-15/8-24)

Prima parte di gara molto equilibrata, con tanti andirivieni alla testa della gara: i padroni di casa si mostrano più propositivi con Micic e Pleiss, ma i campioni d’Europa non si fanno sorprendere, affidandosi alle lunghe leve e al tiro dalla distanza. Proprio una tripla di Campazzo pareggia la gara dopo l’uno-due turco, restituendo perfetto bilanciamento alla sirena (23-23). 
La disputa riprende con lo stesso copione del precedente quarto, anche se per buona parte è il Real a tenere le redini  della gara. Ayon e Carroll però non bastano ai blancos, che cedono terreno poco dopo la metà per mano di Larkin, Beaubois e Moerman, che con 7 punti consecutivi da ben due possessi di distanza. Ayon e Fernandez tentano di accorciare nel finale ma è tutto inutile: le squadre vanno negli spogliato divisi da 7 lunghezze (52-45).
Efes riprende la corsa nel migliore dei modi, mostrando carattere e disciplina agli avversari madrileni. Micic e Larkin rimettono due possessi in risposta agli ospiti, incapaci di rispondere ai colpi dei locali; poco dopo tre triple tentano di mettere k.o. gli avversari, con la bomba di Micic che vale uno spartiacque da 15 punti. Campazzo e Thompkinsnel finale interrompono il break di 11-0, salvando parzialmente la faccia prima della frazione finale (74-60).
Quello che poteva (e doveva) essere passerella per i padroni di casa si dimostra presto un incubo difficile da dimenticare: i turchi subiscono subito un parziale da 0-8 arrivato dalle mani di un ispirato Campazzo; la garra argentina contagia il messicano Ayon, che, in solitaria, si fa largo nel pitturato mettendo lunghezze su lunghezze. Comune denominatore è anche l’improvvisa imprecisione dei locali, che vanno a canestro con rara poca disinvoltura. A due minuti dalla fine Llull mette il canestro del -2, Efes spreca il bonus e manda il Real quattro volte alla lunetta, consentendo la definitiva rimonta; i tentativi di Micic e Pleiss si infrangono e, alla sirena, è festa blanca nel Bosforo (82-84).

ANADOLU EFES ISTANBUL: Moerman 19 – Micic 15 – Larkin 14

REAL MADRID: Ayon 20 – Llull 12 – Thompkins 10

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.