Ultimo turno di stagione regolare per la Liga: brilla Abrines, il Real batte Malaga

Home

Laboral Kutxa – Baloncesto Fuenlabrada 95-77

Vittoria piuttosto semplice per Segio Scariolo sul Fuenlabrada, i rosso-blu conquistano in questo modo i Playoffs come sesta forza della Liga e si scontreranno con i Barcellona al primo turno. Il primo quarto si chiude con il Laboral avanti 31-19, nel secondo poco cambia, ma è nel terzo che la truppa di Scariolo scava il solco decisivo (26-17). Quando si arriva all’ultimo quarto sul +18 per i padroni di casa si comprende che l’ultimo tempo sia solo una formalità, il divario non cambia. Il Laboral domina a rimbalzo e può contare 39 punti combinati del duo Nocioni-Pleiss (20 il primo, 19 il secondo), a nulla servono al Fuenlabrada i 26 punti di Andy Panko.

MVP: Andrés Nocioni = come al solito è il leader del Laboral, segna 20 punti con 4/5 da due e 4/5 da tre.

Laboral Kutxa: Nocioni 20, Pleiss 19, Heurtel 15, Hamilton 9.
TL 11/13 T2 24/37 T3 12/21
Rimbalzi: 36 (Pleiss 6)
Assist: 19 (Heurtel 8)

Fuenlabrada: Panko 26, Feldeine 12, Paunic 11, Vargas 10.
TL 10/13 T2 23/46 T3 7/21
Rimbalzi: 22 (Panko 7)
Assist: 14 (Cabezas 4)

 

CB Valladolid – Herbalife Gran Canaria 64-92

Partita senza storia a Valladolid, dove il Gran Canaria domina per tutta la partita, ottenendo la vittoria e il quinto posto in vista dei Playoffs. Dopo un quarto gli ospiti sono già a +12, il vantaggio cresce a +19 all’intervallo ma non si ferma nemmeno nel secondo tempo fino al +28 finale. Il Gran Canaria è una macchina e tira con il 72% dal campo, mandando quattro giocatori in doppia cifra con Brad Newley e Javier Beiran a quota 18.

MVP: Javier Beiran = doppia-doppia da 18 punti e 12 rimbalzi per lui, con 4/5 da due e 3/6 da tre.

Valladolid: Johnson 16, Drenovac 11, Haritopoulos 9.
TL 11/12 T2 22/51 T3 3/19
Rimbalzi: 29 (Drenovac 8)
Assist: 8 (Johnson, Pozas e Martinez 2)

Gran Canaria: Beiran 18, Newley 18, Martin 16, Hansbrough 13.
TL 10/15 T2 23/32 T3 12/28
Rimbalzi: 40 (Beiran 12)
Assist: 21 (Oliver e Alvairado 4)

 

Bilbao Basket – Rio Natura Monbus 92 – 94

Alberto Corbacho, il re delle triple della Liga.
Alberto Corbacho, il re delle triple della Liga.

In una partita dal finale al cardiopalma la spunta il Rio Natura, che chiude così la propria stagione con una vittoria e si gode un Richie Guillen che replica la fantastica prestazione dello scorso week-end. Bilbao si arrende solamente sulla sirena, quando il tiro della vittoria – il terzo disponibile – si spegne sul ferro. I baschi concludono la stagione al quattordicesimo posto, pagando la stagione travagliata dal punto di vista societario. Da segnalare la prestazione di Alberto Corbacho: con il 3/8 dall’arco dei 6.75 m. la guardia del Rio Natura è diventato l’unico giocatore ad aver segnato almeno una tripla in ogni partita della stagione regolare.

MVP: Alberto Corbacho = Certo, il trentatreenne nativo di Palma sparacchia (3/9 dal campo), ma la sua tripla a 20’’ dal termine si rivela più che decisiva nella vittoria della sua squadra.

Bilbao: Markota 19, Bertans 18, Mumbrù 15.
TL 23/36, T2 21/44, T3 9/25.
Rimbalzi: 36 (Gabriel 9)
Assist: 17 (Diaz e Gabriel 4)

Rio Natura: Guillen 16, Berzins 13, Delas, Corbacho e Dewar 11.
TL 12/16, T2 23/33, T3 12/30.
Rimbalzi: 31 (Pumperla 6)
Assist: 14 (Xanthopoulos 5)

 

FIATC Joventut – Valencia Basket 78 – 72

Guillem Vives, play dello Joventut, uno dei prospetti più interessanti del panorama europeo.
Guillem Vives, play dello Joventut, uno dei prospetti più interessanti del panorama europeo.

Impresa dei neroverdi che interrompono a 13 vittorie consecutive la striscia positiva del Valencia di Perasovic. Guidati dall’eccellente regia di Guillem Vives, fresco di nomina nel quintetto dei migliori giovani della Liga, i padroni di casa tengono alle strette l’attacco di Valencia. Doellman, marcato stretto su ogni possesso, viene limitato a 9 punti, ma soprattutto ad un inusuale 36% dal campo. Van Rossom e Sato provano a portare a casa il risultato, ma l’inerzia del match è nelle mani di un fantastico Joventut, che chiude la stagione con un sorprendente e impronosticabile nono posto, appena fuori dalla zona playoffs.

MVP: Guillem Vives = Il talentino di Badalona mette in luce tutte le sue abilità di playmaker puro: 5 punti, 10 assist, 3 recuperi e una sola palla persa. Prospetto.

Joventut: Miralles, Kirskaye Shurna 13, Joseph 11, Ventura 7.
TL 5/10, T2 20/32, T3 11/30.
Rimbalzi: 45 (Shurna 7)
Assist: 20 (Vives 10)

Valencia: Sato 14, Aguilar e Van Rossom 11, Doellman, Lafayette e Lischuk 9.
TL 8/11, T2 19/51, T3 9/22.
Rimbalzi: 37 (Lischuk 8)
Assist: 19 (Lafayette 6)

 

UCAM Murcia – CAI Zaragoza 90 – 82

Marcelo Nicola ha portato Murcia alla salvezza che sembrava pregiudicata a metà della stagione.
Marcelo Nicola ha portato Murcia alla salvezza che sembrava pregiudicata a metà della stagione.

Murcia festeggia la salvezza con una vittoria schiacciante su una “top-seed” di fronte al proprio pubblico. La squadra di coach Nicola domina dall’inizio alla fine, non permettendo mai al Saragozza di passare in vantaggio. Nonostante la pioggia di triple ad opera di Llompart, Roll e Stefansson, il CAI non riesce a rimediare a un primo tempo deleterio per gli equilibri del match. Dopo essersi trovati anche a -16, infatti, gli uomini di José Luis Abòs tentano la rimonta, ma Murcia controlla il vantaggio con grande freddezza. Questa sconfitta non pregiudica i playoffs per gli andalusi, ma non è di certo indolore: superata dal Cajasol a causa degli scontri diretti a favore dei sivigliani, Saragozza scivola all’ottavo posto nel tabellone, che la condanna a giocare contro la prima in classifica, il Real Madrid.

MVP: Scott Wood = L’americano si dimostra leader all’ultima giornata e trascina Murcia ad una vittoria importante per concludere la stagione con un sorriso.

Murcia: Wood 17, Davis 15, Kelati 12.
TL 15/19, T2 21/40, T3 11/29.
Rimbalzi: 43 (Tillie 10)
Assist: 13 (Kelati 4)

Saragozza: Llompart e Tabu 16, Roll 15, Stefansson 13.
TL 12/17, T2 14/36, T3 14/27.
Rimbalzi: 32 (Jones 8)
Assist: 16 (Llompart 4)

 

Unicaja Malaga – Real Madrid 83-86

Nel big match dell’ultima giornata il Real Madrid vince una partita indecisa fino agli ultimi istanti e si laurea primo in classifica con solo 2 sconfitte in stagione. I Blancos partono forte, concedendo solo 11 punti a Malaga nel primo quarto (11-17), ma all’intervallo i padroni di casa sono solo a -2 grazie anche alla grande serata di Ryan Toolson (24 punti, 3/4 da due e 5/6 da tre). Il terzo quarto vede il Madrid spingere sull’acceleratore con un Sergio Llull sempre infiammato (19 punti, 5 rimbalzi e 8 assist), si arriva all’ultimo quarto sul +11 Real, ma la partita non è affatto terminata. Il Malaga rimonta incredibilmente e con un parziale di 8-0 si riporta a -2, immediata è la risposta degli ospiti con un altro break di 0-9 (75-86) che però rischiano di buttarla nell’ultimo minuto, ottenendo alla fine comunque il successo.

MVP: Sergio Llull = partita completa, le percentuali al tiro non sono altissime, ma distribuisce assistenze ai compagni e segna quando serve.

Malaga: Toolson 24, Calloway 17, Caner-Medley 11.
TL 12/16 T2 19/47 T3 11/26
Rimbalzi: 36 (Caner-Medley 7)
Assist: 12 (Suarez 4)

Real Madrid: Llull 19, Rodriguez 13, Reyes 11, Carroll 11.
TL 13/14 T2 26/41 T3 7/24
Rimbalzi: 38 (Carroll e Bourousis 8)
Assist: 17 (Llull 8)

 

Alex_Abrines
Abrines, straripante come spesso gli capita

FC Barcelona – Cajasol Siviglia 88-70

Vittoria tutto sommato semplice per il Barcellona nell’ultimo turno, il Siviglia va al tappetto dopo un solo quarto, il primo (24-15). I blaugrana approfittano dell’inerzia del match per far riposare alcuni titolari in vista dei Playoffs: Navarro gioca 19 minuti segnando solo 7 punti, ma il protagonista della serata è Alex Abrines che di minuti ne gioca 24 e di punti ne segna 29 con un irreale 8/10 da dietro l’arco. Siviglia tira con il 39% dal campo di squadra e all’intervallo è -8. Nel secondo tempo il Barça non si ferma e continua a spingere fino al +18 finale.

MVP: Alex Abrines = prestazione enorme del giovane talento spagnolo, 29 punti in 24 minuti, un cecchino dalla distanza.

Barcellona: Abrines 29, Lampe 12, Lorbek 10.
TL 12/17 T2 23/47 T3 10/21
Rimbalzi: 39 (Lampe 9)
Assist: 19 (Navarro 6)

Siviglia: Porzingis 14, Satoransky 12, Balvin 11.
TL 16/22 T2 21/54 T3 4/14
Rimbalzi: 41 (Landry e Balvin 7)
Assist: 14 (Satoransky 6)

 

La Bruixa D’Or – Iberostar Tenerife 71-75

Il La Bruixa D’Or perde anche all’ultima giornata, nonostante la retrocessione sia ormai matematica da qualche settimana. I padroni di casa sono autori di un gran primo quarto (23-12), tengono nel secondo ma sostanzialmente si fermano lì. Il Tenerife recupera punti su punti nel secondo tempo, tenendo gli avversari a solo 9 punti nel terzo quarto e completando la rimonta nell’ultimo con un grande parziale di 21-31. Il Manresa prova 35 tiri da dietro l’arco in tutto il match, possessi che costano cari alla squadra di coach Romero.

MVP: Saùl Blanco =buona partita per lo spagnolo, che chiude con 16 punti, 6 rimbalzi e 6 recuperi.

La Bruixa D’Or: Asselin 18, Ljubicic 14, Giannopoulos 12.
TL 13/17 T2 14/43 T3 10/35
Rimbalzi: 55 (Asselin 14)
Assist: 12 (Creus 5)

Tenerife: Blanco 16, Sikma 12, Lampropoulos 9.
TL 19/23 T2 16/36 T3 8/23
Rimbalzi: 35 (Sikma 8)
Assist: 19 (Uriz 5)

 

Gipuzkoa Basket – Estudiantes 79-71

La sfida che chiude la giornata è tra due squadre che non hanno più nulla da chiedere alla Liga, la spunta alla fine il più quotato Gipuzkoa con 22 punti di Jason Robinson e ben cinque giocatori in doppia cifra. I padroni di casa dominano i primi tre quarti e a rimbalzo, nell’ultimo quarto però l’Estudiantes prova a rifarsi sotto, ma è troppo tardi.

MVP: Javier Salgado = lo spagnolo segna 17 punti ma fa anche segnare, distribuendo 10 assist e chiudendo in doppia-doppia, nonostante 7 palle perse.

Gipuzkoa: Robinson 22, Salgado 17, Neto 13, Doblas 11, Hanley 10.
TL 8/14 T2 16/34 T3 13/22
Rimbalzi: 34 (Doblas 7)
Assist: 17 (Salgado 10)

Estudiantes: Colom 14, Van Lacke 11.
TL 16/19 T2 17/30 T3 7/25
Rimbalzi: 27 (Rabaseda 5)
Assist: 13 (Colom 5)

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.