Un attacco di panico la causa del forfait di Kevin Love durante la gara contro OKC a gennaio?

NBA News

Nelle scorse ore Kevin Love ha confessato su The Players’ Tribune di aver subito un attacco di panico a novembre, il primo della sua vita, e da allora si è detto parecchio attento alla salute mentale, tanto da volerne parlare per cercare di aiutare altre persone che soffrono del suo stesso male. Secondo Dave McMenamin di ESPN, quello descritto da Love nel suo articolo, risalente a una gara contro Atlanta del 15 novembre, non sarebbe stato l’unico attacco subito dal lungo dei Cavs negli ultimi mesi. Anzi: sarebbe stato proprio un attacco di panico a costringerlo, il 20 gennaio scorso, ad abbandonare dopo pochi minuti il parquet nella partita contro gli Oklahoma City Thunder.

All’epoca i Cavaliers erano in piena crisi nera ed era emerso subito come l’uscita di Love dal campo, ufficialmente imputata ad un generico “malore”, non avesse fatto piacere ai compagni, in particolare ad Isaiah Thomas e Dwyane Wade, che durante un meeting interno dei giorni successivi avrebbero puntato il dito proprio contro il lungo ex Minnesota. Secondo ESPN, a quel punto Love avrebbe confessato ai suoi compagni il proprio problema, l’episodio tuttavia non è stato menzionato nell’articolo su The Players’ Tribune.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.