Un’NBA sempre più europea: due grandi coach del Vecchio Continente andranno Oltreoceano?

Home

L’NBA allarga sempre di più i propri confini; Blatt e Messina rispettivamente ai Cavs e agli Spurs?

WunderDirk è forse l'emblema dell'abbattimento dei confini da parte dell'NBA.
WunderDirk è forse l’emblema dell’abbattimento dei confini da parte dell’NBA.

Negli ultimi anni, la migliore lega di pallacanestro mondiale sta tentando in tutti i modi di rendere il proprio business più internazionale. Le collaborazioni con il Vecchio Continente, in quest’ottica, sono molto incrementate: dai sempre più numerosi talenti “draftati” dalle franchigie americane alle partite giocate nelle più importanti capitali europee. La globalizzazione dell’NBA è cominciata, e non sembra volersi arrestare più.

Ciò che la National Basketball Association non ha ancora mai visto, però, è un allenatore europeo. Ci sono tanti Hall of Famer del vecchio continente, ma nessuna dirigenza, finora, ha mai deciso di affidare il proprio team ad un allenatore non-americano. Spesso come causa viene indicata la differenza dei due campionati a livello di gioco: il “nostro” basket viene spesso considerato molto diverso – se non addirittura inferiore – a quello americano. Un allenatore che abbia avuto una formazione nella pallacanestro più fiscale e difensiva a cui assistiamo nei nostri palazzetti di rado viene preso in considerazione dai GM delle squadre americane.

Tutto ciò potrebbe però cambiare. Insistono prepotentemente i rumors che vogliono due signori allenatori dell’Eurolega pronti all’approdo nel’NBA. Si tratta dell’orgoglio italiano Ettore Messina, allenatore del CSKA nella scorsa stagione e di David Blatt, vincitore dell’Eurolega con il Maccabi.

Il nostro Ettore Messina raggiungerà il Beli a San Antonio?
Il nostro Ettore Messina raggiungerà il Beli a San Antonio?

Per Messina si prospetta un futuro da vice del maestro Popovich agli Spurs, dove incontrerebbe il suo connazionale Marco Belinelli. Per il catanese non si tratterebbe della prima esperienza Oltreoceano, in quanto era stato parte dello staff tecnico di Mike Brown, quando questi sedeva sulla panchina dei Lakers. Il dubbio principale riguardo all’andare in porto di questo affare è l‘ambizione dell’ex-Treviso e  Bologna ad un ruolo più importante. In prospettiva futura, però, se il Pop dovesse essere soddisfatto del suo lavoro da assistente, Messina potrebbe ereditare il suo ruolo di Head Coach all’indomani di un ritiro dell’ormai 65enne allenatore degli Spurs. Messina è quasi dieci anni più giovane di Popovich.

David Blatt sarà il prossimo allenatore dei Cleveland Cavaliers?
David Blatt sarà il prossimo allenatore dei Cleveland Cavaliers?

Discorso diverso per David Blatt: nato a Boston nel 1959, ma cresciuto da giocatore prima e da allenatore poi in Israele (di cui ha ottenuto la nazionalità), potrebbe concretamente essere il primo non-americano a sedersi sulla panchina di una squadra di NBA. Moltissime fonti, infatti, confermano il forte interessamento dei Cleveland Cavaliers nei confronti del neo-campione d’Europa. La dirigenza dell’Ohio avrebbe addirittura presentato l’offerta ufficiale nelle ultime ore. Blatt dovrebbe recapitare la sua risposta nei prossimi giorni, ma un suo approdo Oltreoceano è ormai molto probabile. Nel caso il 55enne allenatore del Maccabi accettasse la proposta, però, non si tratterebbe del primo allenatore europeo ad approdare in NBA, in quanto Blatt è israeliano. Sarebbe comunque il primo Head Coach di formazione europea ad allenare al di là dell’Atlantico.

Ora non ci resta che aspettare gli sviluppi di mercato, me l’impressione è che i libri di storia del basket andranno aggiornati a breve.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.