Pallacanestro Varese

Varese batte Brindisi con cuore, grinta e ritrovando un Douglas decisivo nel finale di gara

Home Serie A News Recap

PALLACANESTRO OPENJOBMETIS VARESE – HAPPY CASA BRINDISI: 76-74 (24-24, 11-19, 24-20, 17-11)

Sono servite la versione MVP di Toney Douglas e una difesa di ferro a Varese acciuffare la prima vittoria dopo quattro mesi nel recupero della quindicesima giornata. Varese torna a vincere rifilando la terza sconfitta nelle ultime quattro gare alla Happy Casa Brindisi dell’ex coach Vitucci. Dopo aver cercato più volte l’aggancio e il sorpasso, Douglas permette alla OJM di conquistare l’inerzia della partita con un grande quarto finale: 17 punti totali, con due triple fondamentali negli ultimi 10 minuti, accompagnati da 5 assist. Oltre alla capacità di scorer dell’americano, ci sono inoltre anche le tante piccole cose del collettivo varesino. La forza di chiudere il pitturato dopo una partita sofferta sotto le plance, una di queste, aiutando la squadra a festeggiare dopo un lungo digiuno.

La gara

Duello subito agguerrito alla Enerxenia Arena tra Varese e Brindisi, soprattutto nel pitturato. Non sorprende l’inizio spedito di Scola che con 8 punti lancia sull’11-8 i biancorossi, poi anche la Happy Casa scende nel pitturato e si fa sentire. Udom e Perkins fanno bene da sotto permettendo agli uomini di Vitucci di tenere alte le percentuali (8/12 nel primo quarto) e proseguire col punto a punto della prima frazione di gioco.

Dopo la fiammata di De Vico e De Nicolao alla fine del primo quarto, Varese rischia di perdere la scia degli ospiti che cominciano la seconda frazione con un parziale di 7 a 0, alimentato da un Zanelli da 10 punti al 12′ – a cui poi la OJM rimedia con le iniziative dei singoli tra cui una tripla di Toney Douglas per accorciare sul 29 a 33. Varese meno lucida e meno pimpante rispetto alla frazione precedente. Allora Brindisi non si fa pregare e prova l’accelerata dominando il tabellone offensivo: quattro tagli in area consegnano alla Happy Casa il 31 a 41 prima dell’ultimo canestro al ferro di Beane.

Bene in attacco, meno in difesa la OJM. Varese riptrova la costruzione di gioco nel terzo quarto dimostrando a Brindisi di avere la carte in regola per poter combattere alla pari, ma il tallone d’Achille della squadra di Bulleri rimane la fase di protezione del ferro. Più volte la OJM si avvicina al pareggio nel corso del terzo quarto, ma perde l’occasione giusta. Morse fa 0/2 dalla lunetta facendo cadere gli sforzi di Scola, Beane e Jakovics lasciando avanzare gli ospiti che negli ultimi due minuti della terza frazione non subisce canestri in movimenti, ma solo due liberi di Giovanni De Nicolao.

Dopo tanti tentativi, Varese riesce a mettere la testa avanti con una tripla di Jakovics. Un pareggio e un sorpasso tanto desiderati dai padroni di casa che grazie ai punti di Douglas riescono a salire sul 70 a 65 e ad impossessarsi dell’inerzia della partita a tre minuti dalla fine. La guardia varesina è padrona del finale di gara, vede solo il canestro: l’ex NBA raggiunge 14 punti con la tripla dell’angolo che consente a Varese di salire anche sul 73 a 65. Brindisi trema e corre per cercare di riportare dalla propria parte il punteggio, ma l’attacco non gira nel momento più delicato. Varese vince 76 a 74.

TABELLINO

Openjobmetis Varese: De Vico 3, Scola 14, Beane 6, Ruzzier 8, Douglas 17, Virginio NE, Morse 6, Jakovics 7, Ferrero 2, De Nicolao 6, Strautins 7, Ven Velsen NE;

Happy Casa Brindisi: Udom 11, Zanelli 14, Bell 14, Thompson 6, Perkins 21, Visconti 2, Cattapan NE, Guido NE, Gaspardo 4, Krubally 2, Motta NE;

Foto copertina: profilo ufficiale instagram Pallacanestro Varese

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.