procida mock draft

Varese lotta e ci prova, ma Cantù vince il derby con più energie e un Procida in più

Home Serie A News Recap

ACQUA SAN BERNARDO CANTÙ– PALLACANESTRO OPENJOBMETIS VARESE: 97-82 (27-24, 21-18, 23-24, 26-16)

Cantù vince il derby numero 148 contro la Pallacanestro Varese. Scontro alla pari per 33 minuti, poi i varesini finiscono le energie, come nella gara di Trieste, e i bianco blu scavano il distacco decisivo con un ottimo Gabriele Procida, autore di 16 punti in poco meno di 17 minuti sul campo. Ancora assenti Douglas e Beane, per Varese arriva la sesta sconfitta consecutiva; prima vittoria per Piero Bucchi sulla nuova panchina che vale un bel pezzo di salvezza.

La gara

Tanto ritmo e punti che arrivano nei primi secondi di azione sul parquet del Pala Desio. Varese innesca subito il tiro da tre con De Vico e De Nicolao ma è Cantù a trarre il meglio dal tiro da lontano. Con un 4/6 nei primi 5 minuti, la formazione di Bucchi si mette alla conduzione della gara contrastando l’alta percentuale interna dei varesini – 5/9 – che però sprecano qualche pallone di troppo e lasciano anche alcuni appoggi a canestro. L’Acqua San Bernardo trova un Jaime Smith strepitoso nel primo quarto, 11 punti, complice anche una difesa a zona non sempre impeccabile della Openjobmetis che però tiene la marcia sul versante opposto per restare in scia agli avversari. La spinta in più per Cantù arriva dalle risorse in panchina quando Bucchi, a metà del secondo quarto, pesca  un Johnson non sempre preciso, ma energico, e un Gabriele Procida da 8 punti – 2/3 dall’arco – da aggiungere ai 9 di Gaines che portano i padroni di casa sul 48 a 42.

L’inizio del secondo tempo è tutto della Pallacanestro Cantù che con 8 punti filati costringe Bulleri a chiamare timeout, ma è con un De Vico ancora caldo da tre punti, e che cerca di tenere vivo il tiro pesante degli ospiti che Varese cerca di restare aggrappata alla gara. I padroni di casa sono ancora una volta bravi ad individuare le lacune difensive degli avversari salendo sul + 10, sul 59 a 49. Sul massimo vantaggio della gara, i bianco rossi trovano la reazione sulla scia delle due triple di un grintoso De Nicolao (15 punti al 30′), una di capitan Ferrero e un paio di appoggi di Morse in risposta ai colpi dei canturini. Varese si accende, la percentuale da tre sale al 38% per arrivare fino al -5, ma quando Johnson e Smith combinano tre triple consecutive e Leunen trasforma una seconda occasione in due punti sotto il ferro, la squadra di Bulleri scende sull’83-72 alla metà della frazione finale e quelle tre triple pesano sugli equilibri della gara. Cantù scappa e scava il distacco decisivo alimentato dalle iniziative personali tra cui quelle di un Procida che domina il finale di partita per condurre Cantù alla vittoria.

Tabellino

Acqua San Bernardo Cantù: Thomas 8, Procida 16, Gaines 17, Leunen, Smith 18, Baparape NE, Bayehe 2, Lanzi NE, Bigby-Williams 4, Pecchia 7, Johnson 15, Caglio NE;

Pallacanestro Openjobmetis Varese: Ferrero 5, Strautins 4, Ruzzier 4, Jakovics 12, Scola 14, Virginio 0, Librizzi NE, De Nicolao 18, De Vico 17, Morse 8, Van Velsen NE;

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.