Varese – Pesaro, le pagelle: Avramovic è decisivo, che lotta fra Cain e Mockevicius, McCree non pervenuto

Home Pagelle Serie A

OPENJOBMETIS VARESE

D. Archie 6: Causa infortunio, gioca solo i primi 9 minuti in cui però si è sempre gettato su ogni pallone, lottando contro i lunghi avversari.

A. Avramovic 8: Inizio gara e terzo periodo a parte, gioca una partita stupenda sui due lati del campo. In difesa corre per tre, mentre in attacco è il padrone assoluto e le cifre con cui chiude la partita ne sono la testimonianza: 23 punti, 6 rimbalzi, 3 rubate. E dire che almeno Artis ha fatto comunque un bel lavoro contro di lui…

A. Iannuzzi 6: Nei soli quattro minuti in cui è stato in campo è riuscito a timbrare due volte, facendosi valere vicino al ferro.

N. Natali s.v.: Solo due minuti in campo per lui.

J. Salumu 6,5: Magari lievemente impreciso al tiro, ma ha portato tanta energia e difesa dalla panchina, oltre che una serie di giocate importanti che hanno permesso a Varese di allungare su Pesaro a metà secondo periodo.

T. Scrubb 7: Nei primi due quarti è silente e, comunque, macina punti e rimbalzi; poi la sua partita è iniziata nel terzo periodo quando, accoppiato con Blackmon, lo ha battuto in continuazione in 1 contro 1. Chiude con una doppia doppia da 11 punti e 10 rimbalzi.

M. Tambone 5: Partito in quintetto, il giovane di Graz non è riuscito a mettersi in mostra a dovere in attacco, rimanendo marginale alle giocate dei compagni.

T. Cain 7,5: Giocare contro un lungo come Mockevicius non è mai facile per chiunque, poi farlo bene come ha fatto questa sera è molto difficile. Ha lottato su ogni pallone vagante, è riuscito a farsi trovare sempre pronto vicino al ferro grazie ai suoi movimenti in post e lungo la linea di fondo. Dopo Avramovic, il migliore dei suoi. Anche per lui doppia doppia da 13 punti e ben 15 rimbalzi.

G. Ferrero 6,5: Quando conta si fa sentire. Ha giocato una ottima partita in difesa contro un impalpabile McCree e in attacco, nei momenti decisivi, la sua mano non ha tremato.

R. Moore 6: Il play varesino va a fiammate; alterna buone giocate e ottimi pick and roll con Cain, a momenti dove pare estraneo al gioco. Ma, visto il suo lavoro difensivo e la presenza negli ultimi minuti, la sua partita è sufficiente.

All. Attilio Caja 6,5: La sua squadra interrompe la recente striscia di sconfitte, ma ci sono ancora varie cose da dover sistemare: spesso i suoi ragazzi si perdono in attacco e, se non fosse stato per il talento di Avramovic nei minuti decisivi del match, probabilmente i due punti non sarebbero andati a Varese. D’altra parte, positiva la prova difensiva su McCree e, per un tempo, su Blackmon.

VUELLE PESARO

J. Blakmon Jr. 6: Entra male in partita, commettendo subito due falli e prendendosi troppe forzature in attacco. Ma nel secondo tempo cambia faccia e, prendendosi le sue responsabilità, sale in cattedra nell’attacco pesarese; il problema è che in difesa si perde troppe volte il suo uomo. Un giocatore come lui, fondamentale per la Vuelle, non può permettersi di giocare un solo tempo.

E. McCree 4: Assente in attacco, dove si è preso forzature su forzature e dove ha fermato la palla troppe volte; come se non bastasse, è stato spesso un problema in difesa dove è sempre arrivato in ritardo negli aiuti. Partita da cancellare.

D. Artis 6: Non si è messo in mostra in maniera particolare nella metà campo offensiva dove, bisogna dire, poteva segnare di più. Ma il suo lavoro contro Avramovic in difesa è stato positivo (l’unico a contenerlo bene), negli ultimi minuti però il talento del serbo è stato maggiore al suo impegno.

M. Steven Lyons 5,5: In attacco ha perso sempre molto tempo a palleggiare, mentre in difesa si è trovato sempre a inseguire ai Moore o Avramovic di turno. Si prende 13 conclusioni da dietro l’arco in attacco, trovando il fondo della retina in soli 4 tentativi, troppo poco.

A. Ancellotti s.v.: Solo 4 minuti per lui.

D. Monaldi 5: Poco meno di 10 minuti dove non si è fatto mai notare in nessuna delle due metà campo.

S. Zanotti 6: Il nativo di Torino gioca solo 15 minuti, ma positivi per impegno e apporto di punti alla squadra.

D. Wells 6,5: Gioca da vero uomo squadra: esegue bene in attacco, facendosi trovare pronto sugli scarichi e non solo; mentre in difesa fa contiene bene, anche se magari usa troppo le mani dato che ha commesso il 4° fallo a metà 3° periodo. Deve ancora entrare appieno negli schemi della Vuelle, ma è meglio che lo faccia subito perché il tempo sta per finire.

E. Mockevicius 7,5: La sfida con Cain è da considerarsi pari e patta. Anche oggi la piovra della Vuelle Pesaro ha portato giù 13 rimbalzi, mai dandosi per vinto e lottando come un leone in difesa per tutto il match. In attacco è stato poco produttivo in termini di punti (solo 5) per due ragioni: i compagni lo hanno cercato poco, forse troppo poco; inoltre, lui ogni volta che la difesa si schiacciava riapriva sempre con passaggi perfetti che però i compagni non hanno sfruttato appieno (due ottime triple costruite per Artis da due suoi passaggi che però il play non ha mandato a bersaglio).

All. Matteo Boniciolli 5,5: L’attacco dei suoi è stagnante nel secondo quarto (solo 8 punti) e, complice anche una brutta difesa, Varese ha potuto allungare. Dopo un terzo periodo dove è stato ritrovato Blackmon, la luce si è spenta nel momento decisivo della partita. La sua Pesaro paga i troppi errori dalla lunetta e troppi attacchi 1 contro 1 a dir poco inutili. Sarà decisiva la prossima sfida alla VitriFrigo Arena contro la GrissinBon Reggio Emilia.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.