Varese-Pistoia: le parole di Caja ed Esposito in vista della gara

Pagelle Serie A

Si avvicina la sfida tra due squadre che, pur essendo il campionato cominciata non da molto, han già dimostrato di poter regalare sorprese in questa stagione. Varese-Pistoia, negli ultimi anni, è stato uno scontro decisivo per le ultime posizioni ai playoff, e anche quest’anno le aspettative sono simili: le due gare, al Masnago e al PalaCarrara, risultano dunque fondamentali.

Ecco come Attilio Caja si approccia alla sfida:

“Ci presentiamo alla gara contro Pistoia al termine di una settimana in cui abbiamo svolto sempre allenamenti ottimi ed intensi, nei quali abbiamo provato a migliorare alcune cose che abbiamo ritenuto importanti dopo la gara contro Brescia come il coinvolgimento di tutti nelle varie fasi di gioco e la varietà delle soluzioni offensive. Tutti si sono impegnati e questo mi dà fiducia per domenica. Ho visto una buona settimana di lavoro da parte di Wells che è parso più convinto e più coinvolto: è consapevole del fatto che molte delle nostre fortune passino dalle sue mani e siamo convinti che con il tempo riuscirà ad esprimersi nel pieno delle sue possibilità. Le sensazioni, insomma, sono buone; abbiamo bisogno di questi due punti per rimanere in una buona posizione in classifica per quelli che sono i nostri obiettivi. Ovviamente non sarà semplice perché di fronte abbiamo una squadra come Pistoia che merita grande rispetto per quanto fatto negli ultimi anni. Sono ripartiti dalle conferme dell’allenatore, Esposito, e del playmaker, Ronald Moore, giocatore dotato di grande carisma e leadership che anno dopo anno aggiunge sempre qualcosa di importante dal punto di vista tecnico. La The Flexx è una squadra che costruisce le sue fortune basandosi su due aspetti principali: i rimbalzi offensivi, che il più delle volte tramutano in canestri grazie alle qualità di giocatori come Kennedy, Gaspardo, Bond e Laquintana, e le transizioni offensive. Per quanto riguarda il gioco in mezzo al campo, invece, dovremo fare molta attenzione a Mian, giocatore ormai veterano del campionato, e Sanadze che fino ad ora ha dimostrato di saper fare canestro in moltissimi modi”.
(Fonte: www.pallacanestrovarese.it)

Dal canto suo, Vincenzo Esposito deve fare i conti con la pesante assenza di McGee. Ecco le sue parole sulla sfida di domani pomeriggio:

“Siamo due squadre molto simili. Sia noi che loro amiamo giocare in transizione, primeggiamo nella classifica dei rimbalzi, e diciamo che il progetto tecnico, a cominciare dall’allenatore, è lo stesso dallo scorso anno. Da questo punto di vista, quindi, la preparazione della sfida è stata abbastanza semplice e non ovviamente -chiarisce il coach- perché io voglia sminuire il valore dei nostri avversari, che anzi sono una squadra che sulla carta appartiene alla nostra stessa fascia. Andremo a giocarcela con soli quattro stranieri, ma questo non deve rappresentare un alibi: ci saranno più minuti e più responsabilità per tutti e dovremo comunque cercare di disputare una buona gara e, soprattutto nei momenti di difficoltà, riuscire a fare uno sforzo extra per rimanere in partita e non demoralizzarci. In questo momento, infatti, una delle nostre pecche più grave è la difficoltà nel mantenere compattezza quando arrivano i momenti bui”.
Sulla questione relativa a Tyrus McGee:
“E’ stata una settimana in cui, ovviamente, l’attenzione è stata tutta sulle notizie riguardanti McGee, ma devo dire che i ragazzi in allenamento hanno risposto molto bene a questo ennesimo problema, che sicuramente da un lato sgombra il campo dai dubbi sulle condizioni del giocatore, ma dall’altro ci rende privi di un elemento di primissimo piano. E’ chiaro che siamo ancora alla quinta giornata e quindi tutte le squadre devono ancora trovare i propri equilibri, ma per noi devo dire che è abbastanza difficile ogni settimana dover sistemare le cose a causa di problemi, assenze, condizioni fisiche precarie, eccetera. La classifica per il momento dice tutto e niente: alcune squadre, costruite per primeggiare, stanno effettivamente già facendo vedere il proprio valore, altre magari in questo momento sono in difficoltà, ma hanno tutto il tempo per aggiustare le cose in corso; per tutte, comunque, credo che sia importante in questo momento migliorare e crescere, settimana dopo settimana, tecnicamente e tatticamente. E’ quello che stiamo facendo anche noi e da questo punto di vista i ragazzi sono sempre stati molto disponibili”.
(Fonte: www.pistoiabasket2000.com)

Gabriele Buscaglia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.