Varese presenta Jeremy Simmons: “Se vogliamo i playoff dobbiamo vincere anche contro squadre come Sassari”

Home Serie A News

A tre giorni dall’inizio del campionato 2019-20, la Pallacanestro Openjobmetis Varese presenta il suo centro titolare, Jeremy Simmons. Ecco come ha parlato il centro entusiasta di partire per la sua prima stagione nella serie maggiore.

“I primi giorni sono stati buoni, il pre campionato è stato positivo sia per il basket giocato sia a livello personale. Ci sono però sicuramente delle cose che posso migliorare io e anche la squadra”

DIFFERENZA TRA SERIE A E A2 – “La cosa che ho trovato subito molto diversa è il fatto che i giocatori sono più grossi e veloci. Per me penso che la differenza più grande sia l’approccio mentale sia nelle partite sia negli allenamenti, il coach ama concentrarsi sui dettagli più sottili, sulla posizione in campo”

LA SFIDA DELLA SERIE A – “Sarà sicuramente una sfida importante. L’anno scorso ho avuto la possibilità di andare a Reggio Emilia, ma sentivo che era il momento di stare ancora a Montegranaro”

IL BASKET ITALIANO – “Ho sempre trovato interessante e di grande sfida il basket italiano. Non sarei tornato qua, a Montegranaro,  altrimenti dopo l’esperienza in Belgio. Mi piace molto come i coach impostano a livello tattico le partite”

IL RAPPORTO CON JOSH MAYO – “Abbiamo avuto un’ottima stagione insieme a Scafati poi siamo rimasti in contatto. Lui ha avuto delle esperienze di alto livello in Germania per tre anni ed è chiaro che avere un giocatore che conosci personalmente e sul campo è stato di grande aiuto per riuscire a decidere di venire a Varese. Ognuno prende la propria decisione, ma il fatto di sentirsi spesso ha giocato un grande ruolo”

IL MATCH CONTRO SASSARI – “Sono sicuro che saremo pronti. E’ stato un pre campionato molto lungo. Loro sono una delle squadre più forti, hanno avuto successo l’anno scorso arrivando fino alle finali, ieri ha vinto la Supercoppa, hanno giocatori di talento… noi abbiamo avuto alcuni alti e bassi, ma giovedì andremo in missione. Abbiamo l’obiettivo di andare ai playoff quindi dobbiamo essere pronti a vincere partite di questo calibro”

L’ARSENALE OFFENSIVO – “Il tiro dalla media è qualcosa su cui ho lavorato molto perché all’inizio della mia carriera ero molto atletico e giocavo vicino a canestro . E’ un aspetto che dovevo aggiungere al mio arsenale ogni anno sempre di più, qualche volta è andato bene, qualche volta meno… il coach però mi dà fiducia, ha considerato questa opzione e mi ha detto che se sono libero posso utilizzare questo tipo di conclusione”

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.