Venezia-Avellino: le parole di Tucci prima della finale di ritorno

Coppe Europee Europe Cup

L’assistent coach dell’Umana Reyer Venezia Gianluca Tucci ha presentato la sfida di stasera contro la Sidigas Scandone Avellino valida per la finale di ritorno della Europe Cup. Una sfida particolare per Tucci, avellinese doc, che però questa sera spera nella vittoria della “sua” Reyer.

Queste le sue dichiarazioni:

“Lo abbiamo già detto, Avellino è una squadra che conosciamo e loro conoscono noi. Dobbiamo essere molto attenti e credo soprattutto a tener d’occhio le personalità maggiori: Filloy, Rich, Leunen, D’Ercole. Giocatori che, al di là dell’energia che possono esprimere, hanno quel pizzico di personalità che può fare la differenza in una gara che, sicuramente, si deciderà sui dettagli. Dettagli sia tecnici che tattici. Ci aspettiamo qualche cambiamento da parte di Avellino. Anche noi abbiamo però preparato qualcosa di diverso. Sarà una partita di nervi, in cui conterà l’apporto del pubblico, la voglia, la carica che metteremo in campo. Servirà essere continui per 40 minuti perché ci aspetta una partita piena di contatti e intesa dal primo all’ultimo secondo. Noi puntiamo sicuramente su un ambiente che ci darà la spinta per avere un grande impatto sulla gara, è però sbagliato pensare che questo possa essere decisivo, come non lo sarà neanche la differenza. Siamo abituati ad insistere sul lavoro quotidiano e ci siamo preparati intensamente due giorni per questa finale.”

Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.