Venezia-Brindisi, le parole di De Raffaele e Vitucci dopo la gara

Serie A News

Questo il commento del coach della Reyer Venezia:

Sono contento per la vittoria, è una vittoria molto importante, è stata la partita che mi aspettavo, contro una squadra in salute, in fiducia, che è venuta a giocarsi a viso aperto le sue carte non avendo niente da perdere. Devo dire che stiamo aumentando molto la consistenza difensiva con tutti i giocatori, e stasera credo che sia stata questa la chiave, l’attacco è stato molto altalenante nel non aver trovato, se non a tratti, degli equilibri che gioco-forza tra le assenze, gli innesti è ancora lontano da quello che dovrà essere. Mi sento di spendere una bella parola per Andrea De Nicolao che stasera è stato, se non il migliore, sicuramente tra i migliori in campo, per atteggiamento, attacco, difesa; sta crescendo e sono contento perchè si impegna molto. Dobbiamo inserire assolutamente Austin (Daye,ndr), recuperare qualche giocatore, come si è visto stasera Haynes è molto stanco, Bramos è molto stanco; dobbiamo recuperare anche Thomas il prima possibile perchè non c’è tempo e fra 48 ore giochiamo “LA” partita. Sarà una partita dura, contro un grande avversario, blasonato, importante, si giocano anche loro la qualificazione e avremo bisogno di tutto il nostro pubblico perchè servirà un palazzetto caldo, ma molto caldo, per trascinare i ragazzi. C’è un atteggiamento importante da parte di tutti e avere questa consistenza difensiva è una buona matrice per il futuro.

Queste, invece, le parole di coach Vitucci:

Abbiamo sciupato la possibilità di provare a vincere, c’erano tutte le possibilità per farlo. Abbiamo anche reagito sul -10, ma quando bisognava agganciare la Reyer non siamo stati abbastanza consistenti e, contro squadre di questo livello nettamente superiori a noi, non possiamo permettercelo.
Per vincere a Venezia non dovevamo commettere errori, ci sono costati tantissimo perché la Reyer è squadra che punisce ogni cattiva scelta. Penso al tiro strampalato in contropiede nel finale che ci ha portato a subire una tripla e ad andare di nuovo sotto nel punteggio.
Nic non era nelle migliori condizioni per un incidente capitato in allenamento in settimana. Abbiamo sofferto la sua cattiva condizione fisica, ma ha fatto uno sforzo importante. Per il resto abbiamo faticato a trovare le misure alla fisicità di Venezia, ci abbiamo messo un po’ a capire di doversi proteggere sugli schiaffi e non lagnarci.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.