Venezia continua a volare: espugnato il PalaSerradimigni

Serie A Recap

Dinamo Banco di Sardegna Sassari-Umana Reyer Venezia

(23-11; 17-22; 20-29; 23-24)

Seconda sconfitta consecutiva in campionato per la Dinamo Sassari che viene sconfitta sul proprio campo dalla Reyer Venezia, che continua così il suo cammino immacolato in campionato (6-0 il record dei lagunari).

Nei primi minuti di gioco Venezia litiga col ferro e il primo mini parziale del match lo realizza Sassari che si porta subito sul 4-0. Haynes sblocca la Reyer che con il canestro da sotto di Vidmar trova il primo vantaggio del match: 4-5. Nei minuti centrali del quarto il match prosegue sul punto e al 4′ Venezia è avanti 10-11. Da questo momento Sassari prende in mano le redini del match e trascinata da Petteway e Cooley realizza un parziale di 13-0 che vale il 23-11 di fine primo periodo.

Nel secondo periodo il libero di Watt sblocca la Reyer che con De Nicolao e Tonut prova a rifarsi sotto: 25-17. Smith fa respirare Sassari, ma gli ospiti anche grazie a una buona difesa accorciano ulteriormente il gap e coach Esposito è costretto a chiamare timeout: 27-21. Complice anche un fallo tecnico fischiato a Bamforth, Venezia arriva fino al -3, ma la Dinamo ritrova fiducia al tiro e con il canestro di Smith ritorna sul +9: 34-25. Stone commette il quarto fallo dopo appena 8′  e il quarto scivola via senza nessuna particolare emozione e si va all’intervallo con Sassari avanti 40-33.

Studio Fotografico Daniele Lenzi
————————-
Foto di:

Al ritorno dagli spogliatoi le due squadre trovano con maggior facilità il fondo della retina e dopo 3′ il parziale dice già 8-9 (48-42). Cooley porta Sassari sul +8, ma Venezia con un parziale di 0-8 ritrova la parità dopo quasi due quarti (50-50). Come già successo con Petteway, punito qualche minuto prima con un fallo tecnico per un’esultanza esagerata, Watt subisce la stessa “punizione” e la Dinamo ne approfitta per riportarsi sul +3: 53-50. Il pallino del match continua però a essere nelle mani veneziane e la tripla diell’ex MarQuez Haynes vale il nuovo vantaggio Reyer: 54-55.
Haynes realizza altri 5 punti di fila, ma la Dinamo rimane aggrappata al match grazie a Gentile e Polonara: 60-60. Il canestro di Tonut chiude il terzo quarto sul definitivo 60-62.

Sassari per la prima volta in stagione soffre a rimbalzo e il canestro di Biligha dopo 3 rimbalzi offensivi porta la Reyer sul 60-64. Polonara riporta la Dinamo sul -2, ma la Reyer continua a premere il piede sull’acceleratore e con la tripla di Bramos vola sul +7: 62-69. Venezia, grazie a uno scatenato Daye controlla il vantaggio nonostante i timidi tentativi di rimonta sassaresi guidati da Cooley e Polonara e a 4′ dalla fine la Reyer è avanti 68-76.
Bamforth e Thomas accorciano a -3, ma il solito Daye e Watt spengono i fischi del PalaSerradimigni per il nuovo +7: 73-80. Petteway dalla lunga distanza prova a tenere a galla Sassari, ma i padroni di casa sprecano l’azione del possibile -1 e dall’altra parte del campo la tripla di Bramos chiude verosimilmente il match: 77-84 a 38″ dalla fine.
Bamforth non ci sta e con due triple da “casa sua” regala a Sassari il -1 a 7″ sull’83-84. Haynes fa 2/2 dalla lunetta e la preghiera di Smith allo scadere non tocca nemmeno il ferro. Venezia batte Sassari 83-86.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari:  Spissu 2, Smith 12, Bamforth 15, Petteway 16, Devecchi 0, Magro 1, Pierre 0, Gentile 6, Thomas 4, Polonara 15, Diop 0, Cooley 12

Umana Reyer Venezia: Haynes 15, Stone 0, Bramos 9, Tonut 13, Daye 21, De Nicolao 3, Vidmar 6, Jerkovic NE, Biligha 2, Giuri 7, Cerella 0, Watt 10

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.