Venezia la spunta all’ultimo quarto, Brindisi cede il passo

Home Serie A Recap

UMANA REYER VENEZIA  71 – 59  HAPPY CASA BRINDISI
(22-12, 10-19, 18-20, 20-8) 

Una partita non brillantissima per entrambe le compagini, con un epilogo a favore di una squadra sicuramente più in forma e più forte sulla carta, proiettata inoltre a tutt’altri obiettivi. Brindisi paga sia l’infortunio di Clark che ha costretto ad una corsa ai ripari, sia la troppa disattenzione nella costruzione del gioco in alcuni frangenti  importanti.

La partita tra Brindisi e Venezia si avvia lenta ed equilibrata, dopo 3 minuti di gioco il punteggio è di perfetta parità 4-4. A metà della frazione si prosegue punto a punto ma la prima tegola si infrange sugli ospiti; Clark ricade malamente e lamenta immediatamente un dolore intenso all’interno coscia. Lascerà il campo trasportato a braccia dai suoi compagni. La Happy Casa pare non riuscire a superare l’accaduto e inizia a calare nel rendimento. La via del canestro per i pugliesi è tortuosa e difficile. La Reyer non è squadra che si lascia pregare e comincia a scavare un cospicuo vantaggio, a pochi secondi dal termine siamo sul 22-10. Ultimi centesimi di secondo e Brindisi è pronta alla rimessa, Rush spicca il volo per inchiodare due punti direttamente dalle mani del compagno a bordo campo. Si chiude la prima frazione 22-12. Si riprende e il ritmo della gara sembra ricalcare quello appena chiuso. Brindisi però sembra riacquistare lucidità con il passare dei secondi e infligge ai padroni di casa un mini parziale di 0-8 (24-20). La Happy Casa è attenta e chiude la sua striscia positiva anche con una clamorosa stoppata, salvo poi ignorare il recupero della palla e incassare una tripla ad arte di Bramos. Dopo un momento di smarrimento la Happy Casa riprende in mano le redini e annulla il nuovo vantaggio della Reyer, pareggiando i conti a partire da una tripla di Chappell; il punto esclamativo lo mette Zanelli con il canestro del sorpasso. “La giocata dell’ex”, Marco Giuri, consente ai lagunari di rimettere il naso avanti seppur di una sola lunghezza. Si va negli spogliatoi sul 32-31.

Il terzo quarto è strapotere di Chappell che è già a quota a 22 punti. Brindisi costruisce il suo vantaggio punto su punto, portandosi avanti anche di 7 punti. Sul finire della frazione la capacità atletica di Daye li mette in difficoltà e contribuisce a diminuire lo svantaggio. Si chiude il terzo quarto 50-51 con un tiro agli ultimi spiccioli da parte della Reyer. Haynes battezza gli ultimi dieci minuti di gioco aprendo con una schiacciata. Brindisi in 6 minuti riesce a mettere a segno soli due punti contro i 5 di Venezia.  La Reyer trascinata da Daye e Watt concentra tutto il punteggio nel finale, sfruttando la difficoltà di Brindisi al tiro. Le azioni finali del match raddrizzano una gara non brillantissima che si chiude per 71-59.

TABELLINI
VENEZIA: De Nicolao 5, Haynes 12, Daye 16, Bramos 8, Watt 16, Cerella 0, Washington 2, Giuri 8, Biligha 0, Kizlink 0, Tonut NE, Mazzola 3.

BRINDISI: Moraschini 2, Gaffney 7, Banks 7, Chappell 22, Brown 12, Cazzolato NE, Clark 2, Orlando NE, Zanelli 2, Rush 4, Wojciechowski 1, Taddeo NE.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.