Venezia litiga con gara 1, Trento espugna il Taliercio e continua a sognare

Home Serie A Recap

REYER VENEZIA – DOLOMITI ENERGIA TRENTO 74 – 83

(16-24, 14-23, 20-21, 24-15)

QUINTETTI 

Venezia: Stone, Haynes, Bramos, Peric, Batista

Trento: Craft, Gomes, Shields, Sutton, Hogue

ASSENZE

Coach De Raffaele preferisce, ancora una volta, Batista ad Hagins, che si accomoda in tribuna insieme a Ortner.

COME ARRIVANO IN FINALE

La Reyer Venezia, dopo aver eliminato Pistoia al primo turno (3-1, ndr), ha raggiunto la finale superando la Sidigas Avellino in semifinale (4-2, ndr). Inizialmente Sacripanti ha messo in difficoltà coach De Raffaele, che poi, rinunciando ad Hagins, è riuscito a portare l’Umana in finale. Dall’altra parte la Dolomiti Energia Trento prima ha sweepato la Dinamo Sassari (3-0, ndr) e poi si è meritata l’arrivo in finale eliminando quella che doveva essere la corazzata di questo campionato, l’Olimpia Milano (4-1, ndr). Le armi della compagine trentina sono, sicuramente, la difesa e l’energia: questo è l’unico modo per vincere quando il roster è abbastanza corto (ruotano in 8, ndr).

LA GARA

Gli attacchi prevalgono sulle difese fin dall’inizio (6-11). La spensieratezza, la difesa e i canestri di Gomes e Hogue consentono agli ospiti di chiudere il primo quarto davanti (16-24). Sono già 7 i punti di Gomes, che ha così come Hogue commesso già due falli.
Trento inizia bene il secondo periodo e con la schiacciata di Sutton è avanti di undici lunghezze (18-29). Gomes prima raggiunge la doppia cifra e poi commette il suo terzo fallo (22-34). La prima tripla di Shields corrisponde ad un altro allungo di Trento (25-41). Peric prova a mantenere in vita i suoi, ma la Dolomiti Energia all’intervallo lungo è avanti di ben diciassette punti (30-47). Se da un lato la Reyer ha realizzato solo metà dei tiri liberi tentati (6/12) e solo 2 tiri su 16 tentativi da oltre l’arco e perso 9 palloni, dall’altra parte Sutton (13) e Gomes (10) hanno raggiunto la doppia cifra, Trento ha recuperato 7 palloni e distribuito 5 assist in più. I canestri di Batista e Hogue confermano il +17 degli ospiti (35-52). Le triple di Flaccadori e Forray fanno volare Trento sul +25 (39-64). Haynes e Tonut propiziano un parziale di 9-0 che costringe Buscaglia a chiamare timeout (48-64). Però Craft è indemoniato ed è un suo canestro allo scadere del quarto che dà a Trento il +18 (50-68). Venezia in attacco corrisponde alle mani di Peric, la cui tripla insieme a quella di Bramos consentono a Venezia di rientrare in partita (64-74). Subito dopo il timeout chiesto da Buscaglia arriva il quinto fallo di Craft ma Shields realizza tre canestri di fondamentale importanza (67-80). Filloy e McGee arricchiscono i loro tabellini, ma Trento espugna il Taliercio (74-83) e si porta avanti nella serie.

LA SVOLTA DELLA PARTITA

Trento è sempre stata in controllo, ma un momento di difficoltà c’è stato ed è stato superato grazie ai tre canestri consecutivi di Shields.

MIGLIORI IN CAMPO

Venezia: Peric 19 punti in 30 minuti (8/17 dal campo).

Trento: Tutti coloro che sono scesi sul parquet hanno dato quello che serviva per vincere la partita. Tuttavia i più continui sono stati Craft (5 punti, 7 assist e 4 rubate), Shields (18 punti, 6 rimbalzi e 4 assist) e Sutton (16 punti e 7 rubate).

PEGGIORI IN CAMPO

Venezia: Filloy 2 punti (1/6 dal campo), -3 di valutazione, 3 palle perse in 16 minuti.

Trento: Nessuno.

TABELLINI

Reyer Venezia: Haynes 13, Ejim 8, Peric 19, Stone, Bramos 9, Tonut 9, Filloy 2, Visconti NE, Ress, Batista 7, Viggiano 2, McGee 5.

Rimbalzi: 27+19 (Batista 7+4)

Assist: 13 (Haynes 5)

Dolomiti Trento: Sutton 16, Craft 5, Forray 7, Conti NE, Flaccadori 6, Lovisotto NE, Gomes 15, Hogue 14, Lechthaler 2, Shields 18.

Rimbalzi: 27+5 (Hogue 6, Shields 5+1)

Assist: 22 (Craft 7)

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.