Venezia non sbaglia al PalaLeonessa e si aggiudica il passaggio del turno: Brescia saluta l’Eurocup con una sconfitta

Coppe Europee Eurocup

Basket Brescia Leonessa – Reyer Venezia 88-93

(24-25; 17-20; 15-23; 32-25)

Nella sfida tutta italiana, è la Reyer a prendersi il passaggio del turno a discapito di Brescia nel match di Eurocup giocato a porte chiuse: dopo un botta e risposta nella prima metà di gara che vede la Reyer in vantaggio, è il terzo quarto che fa davvero la differenza con una Venezia più lucida ed efficace nell’eseguire il proprio gioco e che con 12 punti di margine (più gli 8 guadagnati all’andata) gestisce in sicurezza la gara.

Nella cornice vuota del PalaLeonessa, l’avvio di gara è subito equilibrato con le squadre che tatticamente si affidano molto al gioco dei blocchi, ma psicologicamente il peso specifico della gara toglie un po’ di lucidità nella manovra, in un aperto botta e risposta da 12-13 dopo i primi 5′; un miniparziale poi costringe Esposito al primo timeout (12-17). Tonut allunga il divario lagunare, poi Brescia reagisce: nonostante la grande forza di Watt, prima i biancoblu limitano il gap, poi un 5-0 di parziale rimette in pari la gara al primo gong (24-25). Un calo di percentuali della Reyer favorisce il sorpasso dei padroni di casa con Trice nel ruolo di mina vagante, poi Udanoh e Tonut interrompono il momento avversario sul 30 pari; Abass da tre prova a dare nuova fiducia alla Leonessa, ma Tonut è incontenibile e col supporto di De Nicolao ribalta nuovamente i conti per il 41-45 all’intervallo.

Alla ripresa del gioco, è sempre De Nicolao a dettare i tempi ed è lui a guidare la squadra sul nuovo +10 (45-55); i biancoblu non riescono a pareggiare il ritmo e le scelte di gioco dei lagunari, che riescono a tenere al sicuro il margine accumulato. La formazione di casa paga dazio con alcuni errori al tiro pesante, mentre i lagunari si tengono la sicurezza con il suggello di Daye del 56-68 che spinge Venezia verso la vittoria. L’ultimo periodo non riserva particolari sorprese, con la Reyer che controlla punteggio e vantaggio in tutta sicurezza, nonostante l’assalto finale dei padroni di casa, e chiude con il miglior risultato possibile, tra vittoria e passaggio del turno (88-93 al gong finale).

 

BRESCIA: Zerini 7, Trice 18, Ceron, Abass 16, Cain 14, Vitali 8, Laquintana 4, Lansdowne, Guariglia ne, Horton 10, Moss 2, Sacchetti 9

VENEZIA: Udanoh 4, Stone, Bramos 3, Tonut 20, Daye 6, De Nicolao 16, Filloy ne, Vidmar 5, Goudelock 7, Chappell 10, Mazzola 5, Watt 17

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.