Venezia perde in Russia ma accede alle Final Four di Fiba Europe Cup

Coppe Europee Europe Cup Home

Nizhny Novgorod – Umana Reyer Venezia 94-90

(20-22; 29-25; 22-23; 23-20)

L’inizio di gara è equilibrato ma sono i padroni di casa a tenere in mano le redini della partita, tant’è che sono sopra 12 a 7 dopo 4 minuti. La Reyer però non molla l’osso e resta aggrappata alla gara, pareggiando a quota 18 a 2 minuti e mezzo dalla fine del primo quarto. Nel finale di periodo gli italiani prendono il comando e chiudono sopra 22 a 20.
Anche la seconda frazione è in totale equilibrio, tant’è che a metà frazione siamo sul 34 a 33 per i padroni di casa. I lagunari provano a prendere il largo, toccando anche il +6, ma naturalmente Novgorod vuole giocarsela fino alla fine e piazza un break conclusivo che le permette di chiudere all’intervallo lungo sopra di due lunghezze, 49 a 47, grazie al canestro di Martynov a due secondi dal termine del primo tempo.
Il secondo periodo è fotocopia del primo: all’inizio il punteggio è in equilibrio ma poi la Reyer prova la fuga, toccando sempre il +7, a seguito del canestro di Paul Biligha. Naturalmente i bianconeri non accusano il colpo e tornano a farsi sentire, rimettendo la testa davanti a cento secondi dal termine del terzo quarto. All’ultimo intervallo obbligatorio, il tabellone luminoso segna il +1 Nizhny, 71-70.
Gli ultimi dieci minuti di gara sono interlocutori e la Reyer è bravissima a mantenere il punteggio sotto i dieci punti di distacco, accedendo così alle Final Four di Fiba Champions League, nonostante la sconfitta per 94 a 90.

Nizhny: Grigoryev 7, Gubanov 13, Martynov 4, Odum 23, Uzinskii 4, Jelovac 38, Komolov 3, Panin 0, Popov NE, Strebkov 2, Zhbanov 0.

Venezia: Biligha 16, Cerella 4, Daye 6, De Nicolao 17, Haynes 21, Bolpin 0, Jenkins 9, Johnson 2, Peric 0, Ress NE, Tonut 5, Watt 10.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.