Venezia torna a sorridere in Europa: è vittoria sofferta contro Rosa Radom

Coppe Europee Champions League Home

UMANA REYER VENEZIA – ROSA RADOM 102-93 d.t.s.
(21-28/20-24/22-19/23-15/16-7)

La Reyer Venezia torna alla vittoria dopo tre stop europei, facendosi sentire nel gruppone delle terze classificate del Gruppo C e mettendo un piede nella seconda fase della FIBA Champions League. Gara non facile contro il fanalino di coda Rosa Radom, tutt’altro che remissiva e in avanti per buona parte della disputa.

Partenza positiva dei padroni di casa che, già nelle prime azioni, cercano di dare un forte segnale alla gara. La potenza dei due lunghi, soprattutto Watt, permette loro di raggiungere subito i due possessi di distanza. Il canestro del +8 di Tonut apre però alla rimonta dei polacchi, trascinati da Punter e Harrow: il bilancio è un pesante 2-14 di break. Nel finale di quarto gli orogranata tentano una ripresa ma Punter e Zaytsev rispondo a loro volta presente, congelando il risultato sul +7 (21-28). Il momento positivo degli ospiti prosegue nella frazione successiva e, benché la panchina veneziana ci provi, Rosa Radom rimane saldamente avanti. Harrow e Sokolowski firmano i canestri del +11, distanza costante dalla metà sino alla sirena della pausa lunga. A nulla servono i tentativi di Orelik e compagni nel finale (41-52).
Al ritorno nel parquet il copione sembra identico, con la Reyer che attacca e gli avversari sempre in risposta ad evitare “cuciture”. Al contrario i locali costruiscono passo dopo passo una mini rimonta, riducendo la doppia cifra di svantaggio e riavvicinandosi prepotentemente ai biancoblu’. Haynes e Orelik diventano protagonisti, e il solo Auda per lunghi tratti può poco. La staffetta del numero 1 con Punter però funziona, e il top scorer dei polacchi riesce ad arginare le varie incursioni di De Nicolao, Tonut e Peric affidandosi molto spesso all’isolamento. Il parzialone del terzo quarto è dei Campioni d’Italia e, con 8 punti a dividere le squadre, l’ultimo periodo è mors tua vita mea (63-71). La stanchezza si fa sentire dalle parti del Rosa, che crolla senza mollare minuto dopo minuto. Haynes fa il Punter e, in solitaria, firma i 9 punti del sorpasso orogranata. Zaytsev e Punter rispondono, ma ora si gioca tutto sui possessi e il ping pong è una costante nel tabellone del Taliercio. Prima i locali, poi gli ospiti, nonostante il rush finale molto movimentato (con tanti possessi sprecati) nessuna delle due squadre decide la gara nel tempo regolamentare. È overtime a Mestre (86-86).
Le forze del team polacco sono ormai agli sgoccioli e, nonostante qualche spunto offensivo, i 5 minuti supplementari sono solo di marca Umana, con 13 punti della coppia Haynes-Watt e la tripla finale di De Nicolao, che spegne una gara bella ed esaltante. Venezia torna a vincere e inaugura nel migliore dei modi il suo 2018 europeo (102-93)

UMANA REYER VENEZIA punti: Haynes 18, Peric 8, Johnson 11, Green 2, Tonut 4, De Nicolao 6, Orelik 18, Ress 0, Biligha 4, Cerella 6, Watt 25, Bolpin NE

ROSA RADOM punti: Punter 31, Auda 7, Piechowitz 3, Wikta 0, Zegzula 0, Trojan 0, Szymanski 0, Zaytsev 20, Szymkiewicz 4, Sokolowski 6, Harrow 22

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.