Venezia vince, ma deve abbandonare il sogno playoff!

Home

logo_3_4447

UMANA REYER VENEZIA-GRISSIN BON REGGIO 100-92

Al Taliercio è andata di scena una partita scoppiettante, ma è una vittoria di Pirro per i veneziani, in quanto dovevano ribaltare i 21 punti subiti all’andata. Con la differenza canestri a sfavore, la Reyer chiude definitivamente il sogno playoff, nonostante una partita egregia da parte dei cinque titolari. Per Reggio, prestazione negativa della panchina, mentre tra i titolari ci pensa White con i trenta punti a referto per salvare la differenza punti.

CRONACA

Nelle prime battute, la Reyer parte forte, con l’intenzione di ribaltare il verdetto dell’andata, trascinata da un ottimo Vujacic, che si porta sul 15-10 iniziale, mentre James White e Kaukenas accorciano il gap con una serie di tiri dalla distanza. Il primo quarto termina 17-14 per gli orogranata. Nel secondo periodo, sale in cattedra Peric, che firma ben quindici punti solo nel secondo periodo, grazie ad un’attenta regia del play americano Aaron Johnson, chiamato a sostituire l’ex della serata, Donell Taylor, relegato in tribuna per scelta tecnica. Dopo una fiammata temporanea di Kaukenas, l’equilibrio si spezza e Venezia vola sulla doppia cifra di scarto, giungendo all’intervallo con il punteggio di 49-38. Di ritorno dalla pausa lunga, la musica è la stessa: i veneziani proseguono la loro opera, con il pivot padovano, Andrea Crosariol sugli scudi, che firma sei punti di fila. Al minuto 25, il croato Peric dà spettacolo e la forbice si allarga sullo score di 60-45, che aumenta le speranze dei veneziani per i playoff. Nel momento peggiore, si accende Bell, ben coadiuvato da Kaukenas (fallo tecnico fischiato a lui qualche minuto prima), e riapre una partita, ormai in ghiaccio per i padroni di casa. I punti di “Flight” White fissano il -10 sulla sirena del terzo quarto (71-61). Negli ultimi dieci minuti, Linhart e Smith provano la fuga, toccando il +14, rispondendo ai punti di Cervi e Bell. Negli ultimi cinque minuti, i lagunari si adagiano e permettono agli ospiti di recuperare in fretta, toccando il -4, però la precisione chirurgica di Smith evita il peggio e firma il centesimo punto dei suoi. Finisce 100-92, una vittoria dolceamara, la Reyer saluta i playoff. Sarà un’estate rovente per la dirigenza lagunare, chiamata a ricostruire una squadra competitiva, e dovrà cercare di trattenere Smith e il coach Markovski. Per Reggio, con Venezia fuori dai giochi, sarà chiamata a difendere la propria posizione da Caserta, Pistoia e Varese che sono in netta crescita.

MVP: Hrvoje Peric, immarcabile nel secondo periodo, firma 21 punti totali, è l’indiziato principale per una conferma per il prossimo anno.

Umana Reyer Venezia: Peric 21, Giachetti 2, Rosselli 2, Linhart 11, Vujacic 17, Vitali 10, Smith 20, Akele, Magro 8, Johnson 3, Crosariol 8. All.: Markovski
Grissin Bon Reggio Emilia: White 30, Filloy, Gigli, Brunner, Antonutti, Bell 15, Frassineti ne, Kaukenas 20, Cervi 9, Silins, Pini, Cinciarini 16. All.: Menetti

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.