venezia michael bramos intervento

Venezia vola in semifinale grazie alla coppia Bramos-Tonut, ko le VNere

Serie A Recap
VIRTUS BOLOGNA 82 – REYER VENEZIA 89
(16-23; 22-18; 23-24; 21-24)

Match molto equilibrato quello valido per il secondo quarto di finale dalla Frecciarossa Final Eight 2021, deciso solo nel finale dalla tenacia della Reyer Venezia. Dopo un avvio a favore della squadra di De Raffaele, la Virtus si rimette in careggiata, portando l’inerzia anche dalla propria parte. Nonostante i break di Bologna però, Venezia mantiene sempre la solidità mentale di restare avanti e vincere, grazie anche alle coppia Bramos-Tonut (23 e 22 punti). Ora l’Umana incontrerà l’Olimpia Milano nella semifinale di sabato.

In avvio di gara la Reyer si fa trovare più pronta, affidandosi immediatamente a Denicolao e Bramos per il mini break di 0-5. Gamble e Weems provano a dare una scossa alla Virtus che, però, continua a commettere parecchi errori. Watt inizia a far sentire il suo contributo nel pitturato e Tonut piazza il 6-15. Il timeout di Djordjevic riorganizza le idee a Bologna che, con Hunter e Teodosic, si porta sul -4. Denicolao e Watt riallungano sul finale del primo quarto che termina 16-23.

Clark riparte forte per Venezia che però ora trova fiducia nei canestri di Markovic. Bramos sente la mano calda dall’arco e rimette 9 lunghezze tra le due squadre. Weems e Adams provano ancora a salire di colpi, contrastati da un ottimo Tonut. Hunter cattura molti rimbalzi che trasforma in canestri in area che valgono il nuovo -3. Daye e Denicolao permettono a Venezia di restare avanti ma Abass e Hunter piazzano il 38-41 di fine secondo periodo.

Al rientro in campo dagli spogliatoi Bramos e Tonut continuano a essere gli uomini di punta di Venezia, in grado di riportarla per la prima volta sul +10. Markovic spezza l’incantesimo, rimettendo in moto la Virtus Bologna. Adams e Weems limitano la precisione di Clark, tornando a -4. La Reyer fatica un po’ ora e Teodosic e Hunter ne approfittano per sfiorare il -1. La tripla di Daye poi li ricaccia indietro chiudendo il terzo quarto 61-65.

Sono ancora Bramos e Tonut a tenere l’inerzia dalla parte di Venezia, a cui si aggiungono vari contributi, come quello di Mazzola. Teodosic prova a prendere in mano la gara, firmando 5 punti ma poi si sente fischiare un fallo tecnico. Watt e Denicolao ne approfittano per il +14; Ricci però si carica i suoi sulle spalle con grandi iniziative dai 6,75. Lo imitano Weems e Teodosic per il -5 ma il cronometro gioca a favore di Venezia. Watt inchioda la schiacciata che affossa le speranze della Virtus 82-89.

TABELLINI:

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Tessitori 2, Deri n.e., Belinelli n.e., Alibegovic, Markovic 10, Ricci 11, Adams 9, Hunter 14, Weems 14, Teodosic 15, Gamble 5, Abass 2

All. Djordjevic

UMANA REYER VENEZIA: Casarin n.e., Stone, Bramos 23, Tonut 22, Daye 9, Denicolao 10, Campogrande n.e., Clark 8, Chappell, Mazzola 5, Cerella n.e., Watt 12

All. De Raffaele

Clicca qui per il boxscore completo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.