Verso Avellino-Cremona, Vucinic e Sacchetti presentano il match

Serie A News

LE PAROLE DI NENAD VUCINIC (fonte: Ufficio Stampa Scandone Avellino) – Mi sento di dire apertamente che Cremona è la squadra che gioca la migliore pallacanestro in Italia: hanno un coach eccellente, che stimo e rispetto molto sia dal punto di vista umano che professionale e che sta facendo molto bene con i talenti che ha a disposizione. Giocano un basket frizzante, difficile da affrontare per qualsiasi squadra, noi compresi: sarà un buon test giocare contro di loro e non sarà semplicissimo contenerli in fase offensiva. Nel match di andata riuscirono ad imporsi e fu un peccato perché controllammo il match fino alla fine ma purtroppo commettemmo delle ingenuità che alla fine ci sono costate la vittoria. Domenica sarà una situazione completamente diversa: noi abbiamo qualche problema a livello di infortuni mentre loro, tralasciando l’infortunato Crawford, sostituito da Stojanovic, si presenteranno al completo, sarà una bella battaglia. Spero che i tifosi accorrano numerosi a sostenerci, domenica e soprattutto mercoledì contro Le Mans: vogliamo qualificarci al turno successivo di Champions League, che ci meritiamo e per cui abbiamo sofferto tanto. So che i turni infrasettimanali sono più problematici per i tifosi, ma in questo momento abbiamo bisogno di loro. Ci tengo a ringraziare innanzitutto il presidente De Cesare e Nicola Alberani per aver dato il massimo per sostenere il team in questa situazione difficile sbloccando il mercato e regalandoci un giocatore come Ojars Silins. Il club è in trattativa anche con Demonte Harper, che sta procedendo bene, e presto potrà darci una mano per affrontare il resto della stagione. Non abbiamo mai avuto dubbi sulla buona riuscita dell’operazione e siamo contenti di avere ora con noi un giocatore giovane ma al tempo stesso con molta esperienza in Serie A come lui. Probabilmente saranno della partita anche Hamady Ndiaye e Caleb Green: non so quanto possiamo aspettarci da loro, specialmente da Ndiaye, che non ha praticamente corso nelle ultime cinque settimane, ma che si sta lentamente reintegrando; l’infortunio di Green è stato invece sicuramente più breve, ma lui è un giocatore che dipende molto dalla forma fisica e quindi ricominciare agli alti livelli di prima non sarà semplicissimo, ma è grandioso per noi riaverli entrambi. Quanto a Demetris Nichols, speriamo che recuperi al più presto dall’infortunio ed in tempo per le Final Eight. Ci attende un periodo difficile, sia per reintegrare i giocatori infortunati che per integrare i nuovi innesti: è un compito difficile, considerando che giochiamo due volte a settimana, quindi tutti devono dare il massimo in termini di concentrazione. Menzione importante alla nostra panchina: i ragazzi hanno sfruttato l’opportunità delle ultime due partite al massimo, giocando molto bene e mettendo tanta grinta, e questo è un segnale positivo ed incoraggiante per noi“.

Studio Fotografico Daniele Lenzi
————————-
Foto di:

LE PAROLE DI MEO SACCHETTI (fonte: Ufficio Stampa Vanoli Cremona) – Andiamo a giocare ad Avellino e come prima cosa mi sento di fare i complimenti a loro, alla società, allo staff e ai giocatori perché, nonostante abbiano passato un periodo difficile, ne sono usciti benissimo compattandosi tutti insieme. Questo è quello che un allenatore vorrebbe sempre vedere come reazione della sua squadra nei momenti di difficoltà”. Sono le prime parole di coach Meo Sacchetti nel presentare, durante la conferenza stampa sponsorizzata da Shanyao LED lightings, la partita di domenica alle 17 al PalaDelMauro di Avellino. “I nostri avversari – ha continuato l’allenatore della Vanoli – nonostante gli infortuni e la partenza del loro miglior giocatore, sono riusciti a vincere cinque partite in fila, compresa quella contro Milano. Noi, come sempre e come è giusto che sia, proveremo domenica a giocare la nostra partita per portare a casa il risultato, anche se sappiamo benissimo che non sarà facile. Loro infatti sono un ottima squadra che ha nel play Keifer Sykes la punta di diamante. Hanno inserito Patric Young che ha nella forza fisica la sua caratteristica predominante e un giocatore come Ojars Silins che sa far canestro. Hanno buoni cambi in panchina che in quest’ultimo periodo, a causa degli infortuni, hanno trovato ancora più spazio e hanno un giocatore come Ariel Filloy che conosco bene per averlo avuto in nazionale. Sarà una partita tosta in cui anche noi, prima della palla a due, dovremo valutare un paio di situazioni legate a degli infortuni come quella di Mangok Mathiang. Dovremo certamente migliorare alcuni aspetti del nostro gioco, regalando meno di quanto fatto con Trento, ma andiamo la per vincere”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.