Verso Avellino-Trieste: le parole dei coach Dalmasson e Vucinic prima del match

Serie A News

Domani sera la Sidigas Avellino ospiterà l’Alma Trieste nel posticipo della 25a giornata delle Serie A. Prima del match i due coach hanno analizzato la gara; di seguito il loro commento.

Coach Eugenio Dalmasson:

“Sicuramente è cambiato un pò il protocollo degli allenamenti settimanali, ma possiamo considerarci fortunati, perchè avere un paio di giorni in più ci sta mettendo nelle condizioni di provare a recuperare al meglio Mosley, Peric e Coronica, che questa settimana hanno fatto fatica ad allenarsi. Abbiamo avuto l’occasione di lavorare con un minimo di tranquillità in vista del match con Avellino, mentre al contrario avremo meno tempo per preparare il confronto con Reggio Emilia, partita difficile ed insidiosa nella quale però potremo contare sul calore del nostro pubblico.

“Avellino è un team importante, con giocatori di grande talento; noi dobbiamo essere bravi a non sfidarli su questo terreno, altrimenti il risultato difficilmente ci vedrà sorridere, alla fine. Dobbiamo fare una partita molto intelligente ed intensa, facendo le cose che in questo momento ci riescono con maggiore facilità e giocando assieme. Dovremo essere solidi dal punto di vista tecnico, ma anche mentale.

“Mi conoscete da tanti anni, come peraltro io ho l’opportunità di conoscere questo straordinario pubblico. L’amore che c’è qui per la pallacanestro, per la società e per i giocatori è amore vero; questo ci serve e ci dà ulteriore forza ed energia in momenti come questi. Sarà bellissimo, domenica prossima contro Reggio Emilia, vedere nuovamente il “Muro Rosso” all’Allianz Dome: da parte nostra, abbiamo l’obiettivo di provare a raggiungere i playoff e credo che la vicinanza ed il calore del nostro pubblico ci potranno dare la giusta energia per affrontare questo finale di campionato alla grande”.

Coach Nenad Vucinic: 

A poche gare dal termine della stagione, la situazione è difficile: ci sono solo due squadre che si sono già assicurate i playoff, mentre tutte le altre lottano per arrivarci o per la salvezza. Come tutti hanno già sperimentato almeno una volta sulla propria pelle, non ci sono partite più semplici di altre: la settimana scorsa contro Pesaro, dopo un buon avvio di gara, abbiamo poi giocato una delle peggiori partite della nostra stagione. Siamo stati arroganti e non ci siamo impegnati come avremmo dovuto, pagandone caro il prezzo.

Questa settimana affronteremo due squadre forti, Trieste e Sassari, che sono in buona forma e dovremo dimostrare determinazione, impegno e qualità. Siamo in una situazione critica e tutti devono capirlo, anche all’interno del club. Mi appello ai nostri tifosi affinché vengano a sostenerci: dovremo dimostrare di meritarci il loro supporto e ci impegneremo al massimo. Dal punto di vista tecnico, sappiamo che Trieste è una squadra che sta giocando molto bene al momento ma crediamo anche che con la giusta intensità e il giusto impegno possiamo portarla a casa.

Siamo nonostante tutto una squadra resiliente, che ne ha passate tante quest’anno: abbiamo avuto tanti problemi, sia dentro che fuori dal campo, ma adesso è il momento che ciascuno di noi faccia un passo avanti, individualmente parlando. La nostra posizione in classifica fa sì che i nostri giocatori meritino tutto il rispetto possibile per come hanno affrontato tutto quello che ci è capitato in stagione. Questo però è un momento in cui non ci si può permettere passi falsi: u2018show up or go home’.

Fonte: Ufficio Stampa Scandone Avellino & Pallacanestro Trieste 2004

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.