Verso Brescia-Virtus Bologna: le parole di Diana e Djordjevic

Home Serie A News

Anticipo della penultima giornata di campionato domani sera, al PalaLeonessa si sfidano Brescia e Virtus. Le due squadre scenderanno in campo per un insolito turno infrasettimanale a causa della qualificazione degli emiliani alle Final4 di FIBA Champions League, che si disputerà nel weekend del 3-4-5 maggio, proprio quando era in programma originariamente lo scontro tra Leonessa e Virtus.

Ecco le parole dei due allenatori alla vigilia della sfida.

Andrea Diana – coach Leonessa Brescia

“Il nostro campionato non è ancora finito, faremo di tutto per onorarlo al meglio”.

“La Virtus Bologna ha uno dei roster più attrezzati del nostro campionato. Ha 13 giocatori, di cui 8 stranieri, e questo fa sì che in ogni partita coach Djordjevic debba tenerne fuori almeno due. Solitamente le V nere partono con Taylor da playmaker, Punter da guardia e Martin da ala piccola. Nel reparto lunghi M’Baye agisce da ala grande, mentre uno tra Moreira o Kravic occupa il ruolo di centro. In panchina Chalmers, Pajola o Cappelletti danno il cambio al playmaker, Cournooh alla guardia, mentre Aradori può cambiare sia la guardia che l’ala piccola e Baldi Rossi può giocare sia da 4 che da 5”.

“Con così tanti giocatori nel roster, la Virtus ha dimostrato di saper cambiare pelle nel corso delle partite, provando quintetti dinamici che rendono la squadra ancora più imprevedibile. In attacco Bologna riesce a essere molto pericolosa in campo aperto, soprattutto quando provoca palle perse attraverso la propria difesa molto aggressiva e le trasforma in chiare occasioni di contropiede. Dovremo fare molta attenzione a Taylor, il giocatore che nella gara d’andata ci mise più in difficoltà, al talento di Punter, Aradori e M’Baye e alla concretezza dei due lunghi, Kravic e Moreira”.

“Noi arriviamo dalla meravigliosa vittoria contro Milano, che ha confermato i progressi fatti dalla squadra nel girone di ritorno – conclude Diana -. A causa del grande dispendio di energie di sabato scorso, dobbiamo cercare di recuperare al meglio, per entrare in campo e lottare su ogni pallone. Il nostro campionato non è ancora finito e faremo di tutto per onorarlo al meglio”.

Alexandar Djordjevic – coach Virtus Segafredo Bologna

“Poco da aggiungere, ormai affrontiamo una partita alla volta, e quella che ci aspetta diventa ogni volta la più importante. La Germani ha ottenuto un grande risultato contro Milano, ha tirato fuori una vittoria eccezionale, ma questo cambia poco nel nostro approccio. Dobbiamo pensare a noi stessi, cercare di migliorare il gioco giorno per giorno, come abbiamo fatto anche in questo periodo, e andare a Brescia forti di questa volontà, per cercare una vittoria. Rispettando chi abbiamo di fronte, come facciamo ogni volta”.

“La Germani ha giocatori che stanno attraversando un ottimo momento, come Abass e Moss, ma non sono soltanto loro i pericoli. E’ una squadra con punti di riferimento precisi, ruoli ben definiti. Come Luca Vitali, per fare un esempio, che ha leadership e sa giocare molto bene partite come queste. Li conosciamo, ci conoscono, da questo dobbiamo partire per trovare la nostra dimensione, giocare la nostra pallacanestro e cercare due punti fondamentali per il nostro cammino”.

Si ringraziano i rispettivi uffici stampa per le parole dei due allenatori.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.