Verso Brindisi-Brescia, le parole dei coach Dell’Agnello e Diana

Serie A News

Brindisi-Brescia è una sfida chiave per l’inizio di stagione di entrambe le formazioni: per la compagine pugliese è fondamentale trovare di fronte al proprio pubblico la prima vittoria stagionale che darebbe un barlume di luce in un periodo sicuramente non facile, mentre per i lombardi c’è voglia di proseguire sulla stessa linea vincente che li sta accompagnando dalla prima giornata. A presentare la partita, ecco le parole dei coach Sandro Dell’Agnello e Andrea Diana.

SANDRO DELL’AGNELLO (FONTE: Ufficio Stampa New Basket Brindisi)“È stata una settimana di concretezza dal punto di vista del lavoro quotidiano in palestra. I ragazzi hanno risposto ottimamente a tutti gli stimoli e input che abbiamo dato e ciò mi fa essere molto fiducioso. Siamo stufi di perdere: vogliamo e dobbiamo vincere la prima partita stagionale! Questo messaggio è stato recepito da parte di tutti, ma non avevo alcun dubbio a riguardo. Brescia è una squadra molto forte avvalorata da quattro giocatori di grandissima esperienza nel campionato italiano, in Eurolega e in Nazionale. Sono atleti abituati quasi autonomamente a risolvere le varie problematiche che si presentano durante il corso del match grazie al proprio talento. Ci siamo preparati con la giusta attenzione, abbiamo possibilità di portarla a casaDonzelli non è evidentemente arruolabile al 100%. Procediamo con i piedi di piombo visti i precedenti e al momento è pretenzioso affermare che sia pronto a scendere in campo già con BresciaConto invece di disporre di un apporto sostanzioso da parte di tutti i nostri giocatori a disposizione, nessuno escluso. Così come avvenuto con Venezia e in parte a Milano, dobbiamo ripartire dalle cose positive mostrate in campo contro squadre di tale livello. Possiamo e dobbiamo vincere domenica!”.

ANDREA DIANA (FONTE: Ufficio Stampa Basket Brescia Leonessa): “Rispetto a un anno fa gli umori sono differenti, ma c’è sempre grande aspettativa per la sfida di domenica perché Brindisi è un campo molto caldo ed è sempre bello giocarci. Ricordo la partita che disputammo lì quando eravamo in A2 e, soprattutto, quella dello scorso anno, che ha determinato una svolta per tutto il nostro campionato. Domenica incontreremo una squadra in difficoltà, che è partita con 4 sconfitte consecutive: mi aspetto una gara molto dura, perché quando una squadra è una grande difficoltà riesce a trovare le forze interiori e dare sempre di più. Sarà un incontro tosto, duro, al quale vorremmo arrivare pronti dal punto di vista fisico e mentale. Brindisi proverà a giocare con grande aggressività, seguendo ciò che hanno fatto le ultime squadre che abbiamo sfidato: mettere tanta pressione su Luca Vitali e cercare di togliergli il pallone dalle mani. Noi dovremo essere bravi a giocare a ritmo alto e aumentare la qualità della nostra esecuzione anche quando la palla non è in mano al nostro playmaker. Domenica poi sarà necessario avere grande continuità per tutti i 40′, evitando il calo che abbiamo visto nell’ultimo quarto della gara contro Varese. Aver riconfermato molti giocatori che facevano parte del nostro gruppo nella scorsa stagione ci ha permesso di partire bene. Con il passare del tempo le altre squadre inizieranno a conoscersi sempre meglio e a migliorare la propria chimica, domenica dopo domenica mi aspetto di trovare squadre sempre più organizzate. Brindisi in casa contro Torino e Venezia ha disputato grandi partite, rimanendo punto a punto fino alla fine. Noi dobbiamo andare lì con la giusta fame e con la giusta cattiveria agonistica: in Serie A non ci sono avversari più o meno difficili da incontrare, il livello del campionato è talmente alto che ogni avversario ti può mettere in difficoltà e questo è anche il bello della Serie A”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.