Verso Capo d’Orlando – Avellino, Brienza e Sacripanti presentano la sfida

Serie A News

LE PAROLE DI NICOLA BRIENZA (fonte: Ufficio Stampa Orlandina Basket)

Il momento della squadra.

Il risultato positivo di Brindisi ci ha dato ulteriore stimolo e spinta per affrontare la settimana al meglio, con la consapevolezza che il nostro percorso non è ancora terminato. La vittoria ci aiuta a rimetterci in corsa per la salvezza a pieno titolo, ma ci restano da affrontare altre importanti partite e dovremo farlo con la stessa aggressività. Dopo una vittoria è tutto più semplice, ma eravamo contenti anche della prestazione contro Varese. Adesso sta a noi cercare di portare avanti questo tipo di percorso: c’è molta fiducia e consapevolezza che il lavoro sta pagando“.

Avellino, che avvesario sarà?

Domenica ci aspetta una partita difficilissima. La qualità del roster e dello staff della Sidigas Avellino è indiscutibile, i risultati che hanno ottenuto parlano per loro. Contro di loro qualsiasi squadra nel campionato italiano è in grossa difficoltà, e partendo da questa consapevolezza noi li affrontiamo con grande rispetto ma con il coltello tra i denti, perché per noi è fondamentale sfruttare il fattore campo e, indipendentemente da chi sia il nostro avversario, dobbiamo fare una prestazione di alto livello. Avellino è una squadra di grande qualità, con individualità di altissimo livello, su tutti giocatori come Fesenko, Leunen, Rich, ma anche gli altri stranieri come Fitipaldo, che qui è stato punto di riferimento importantissimo, che sono messi insieme dall’esperienza di coach Sacripanti. Il nostro obiettivo sono i due punti, perché vogliamo rimanere in Serie A e portare avanti il sogno dell’Orlandina“.

La vicinanza della città e dei tifosi.

C’è grande merito dei ragazzi per il gioco espresso nelle ultime due partite, ma è stato importantissimo l’apporto del pubblico, che ci ha spinto in trasferta a Brindisi. Penso che sarà ancora più bello domenica al PalaSikeliArchivi contro Avellino, e il pubblico sarà il sesto uomo in campo per spingerci alla vittoria finale“.

LE PAROLE DI STEFANO SACRIPANTI (fonte: Ufficio Stampa Scandone Avellino)

Contro Capo d’Orlando sarà una partita  difficile: loro hanno cambiato allenatore e cinque giocatori rispetto alla gara di andata e credo che proprio queste aggiunte abbiano segnato la svolta per loro in un momento in cui le cose non andavano per il meglio. Vengono da due partite decise all’ultimo tiro: in una sono stati condannati, l’altra invece ha decretato la loro vittoria. Il campo sarà caldissimo, perché si stanno giocando il tutto per tutto, e dovrò essere bravo a far capire alla squadra la difficoltà di questa partita. Stanno giocando una buona pallacanestro e sono molto forti e fisici negli sport di 3 e 4, motivo per cui l’energia e la concentrazione avranno un ruolo fondamentale, così come l’avere un approccio solido fin dall’inizio. Noi dovremo preoccuparci della gestione di Fesenko e di Lawal. Proveremo a vincere in tutti i modi, per la questione playoff e classifica, ma ovviamente sarà una gara difficile”. Il coach ha poi parlato del traguardo raggiunto in FIBA Europe Cup: “È un’enorme soddisfazione per tutti noi aver raggiunto la Finale: per la proprietà, che ci ha subito chiamato a fine partita, per lo staff e per la squadra ed infine per i tifosi, che sono stati presenti in tutte le trasferte, comprese quelle europee. È un risultato che ci ripaga del lavoro e dei sacrifici fatti fino ad ora, nonostante sia stata un’annata molto difficile. Faremo di tutto per portare a casa un trofeo. È la prima finale europea della storia di questa squadra e mi auguro un sold-out”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.