Verso Cremona-Trieste, le parole di Sacchetti e Dalmasson

Serie A News

Meo Sacchetti (coach Cremona)

“Riprendiamo dopo la pausa dedicata alla Nazionale e lo facciamo incontrando Trieste che, dopo aver recuperato tutti gli infortunati, è certamente una squadra diversa da quella vista all’inizio del campionato. Una squadra che adesso ha un roster molto lungo, con anche problemi di abbondanza, e che, secondo il mio parere, è stata ben costruita.

Trieste ultimamente ha fatto molto canestro da tre punti e in più è molto pericolosa anche sotto altri aspetti. Ha infatti due lunghi diversi tra loro, uno più interno e uno che può uscire fuori a tirare. Poi c’è Peric che è uno dei migliori quattro del campionato e, infine, dispongono di due buoni play con Wright e Cavaliero. Come sempre accade non ci sarà da fare attenzione a un solo giocatore e come sempre noi dovremo giocare tutti al massimo delle nostre possibilità. Non siamo infatti una squadra che può vincere se gioca bene uno solo. L’insieme è quello che ci ha portato e ci può portare dei risultati positivi. È vero che ci sono stati anche degli alti e bassi ma è normale in una squadra come la nostra. Domenica spero che i ragazzi abbiano l’atteggiamento giusto e facciano vedere quello che sanno fare così come è successo in tutte le partite disputate finora. Arriviamo da due sconfitte che ancora bruciano e per questo con Trieste ci aspettiamo tutti una risposta emotivamente importante.

In questi giorni finalmente ci siamo allenati con tutta la squadra al completo, compreso Wesley Saunders che aveva avuto qualche piccolo acciacco dovuto alla ripresa dopo la pausa. Infatti come di ogni sosta che arriva a campionato in corso, non facendo le coppe e non avendo bisogno di rifiatare, ne avremmo fatto volentieri a meno. In ogni caso ci sta anche questa e ne abbiamo approfittato per cominciare a lavorare con Stojanovic che è appena arrivato con noi. Dopo essersi allenato da solo negli ultimi mesi, solo ieri ha fatto il primo allenamento con la squadra e per questo non sarà certamente della partita domenica. Con la prossima settimana vedremo se riusciremo ad aumentare il lavoro insieme per integrarlo sempre di più in squadra. Il ragazzo ci porterà sicuramente tanta energia ed entusiasmo e potrà avere un grande impatto fisico in difesa, oltre al fatto che potremo impiegarlo in più ruoli.”

fonte Ufficio Stampa Cremona

Eugenio Dalmasson (coach Trieste) 

“Siamo reduci da due amichevoli, la prima contro Treviso che è stata utile per dare minuti a coloro che stavano recuperando o che avevano giocato di meno. Martedì sera, poi, contro Trento, una gara che ci ha permesso di ritrovare il giusto clima ed abitudine alla gara, cosa importante specialmente dopo una sosta. Abbiamo reinserito nei primi giorni della settimana i tre nazionali e ripreso a lavorare a pieno regime, per preparare al meglio il match con Cremona.

Direi che, finora, il nostro rendimento nelle partite interne è stato sufficiente e, in alcuni momenti, addirittura buono. Fuori casa, invece, abbiamo sbagliato completamente la partita di Pesaro e, negli altri incontri, non abbiamo mai trovato continuità, nell’arco dei quattro tempi. Cercheremo di migliorare questo aspetto già dalla trasferta di Cremona, anche perché tutto ciò sarà determinante per affermare il vero valore di questo team.

Cremona è una squadra che, pur avendo cambiato molto, ha trovato in tempi brevissimi un’impronta di gioco molto chiara. Giocano una pallacanestro fluida e, nell’ultimo match, sono quasi riusciti ad espugnare il Forum di Milano. Questo ha sicuramente costituito un’iniezione di fiducia per loro, che hanno meritato i dieci punti attuali in classifica: sono un collettivo con caratteristiche ben definite, ma noi dovremo fare questo salto di qualità e gare come queste devono darci il massimo degli stimoli.”

fonte Ufficio Stampa Trieste

  • 14
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.