Verso Eurobasket: la Spagna vince il big match con la Francia, tante amichevoli europee

Home

Rodriguez of Spain is guarded by France's Bokolo in the fourth quarter of their Olympics national teams' friendly match in Paris

Apriamo con il match più atteso di questi due giorni: Spagna contro Francia, due Nazionali destinate ad essere protagoniste a Settembre in Slovenia. A spuntarla alla fine sono gli spagnoli dopo un primo tempo molto equilibrato. La Roja rimane quindi imbattuta in questo percorso estivo pre-Europeo, battendo una Francia priva del proprio leader Tony Parker. Partono meglio i francesi che si portano subito sul 10-5, ma sono poi ripresi ed il primo quarto si conclude sul punteggio di 18 pari. L’equilibrio domina anche la seconda frazione di gioco, con la Spagna che riesce a mettere la testa avanti 34-33 all’intervallo grazie ad un Sergio Rodriguez che chiuderà con 12 punti. Rientra in campo più motivata la Nazionale transalpina, che ottiene un vantaggio di 7 punti in apertura di terzo quarto, ma è subito ripresa e superata dagli avversari, che possono contare su 13 punti di Rudy Fernandez e 12 a testa di Sergio Llull e Marc Gasol. Dopo aver tenuto in principio di quarto quarto, la Francia è costretta ad arrendersi alla più energica Spagna nonostante 17 punti di Nicolas Batum e 16 di Mickael Gelabale. Da segnalare tra le fila degli spagnoli la prova di Ricky Rubio: 8 punti ed 8 assist. Il risultato finale è di 85-76.

A Istanbul invece i padroni di casa della Turchia hanno scacciato l’ombra della crisi battendo il Belgio per 77-53. Prova di forza per i turchi, che hanno trovato buone risposte da Ersan Ilyasova, doppia-doppia da 19 punti e 11 rimbalzi, e Kerem Gonlum, 13 punti. La partita non regala particolari emozioni, con la Turchia che prende il largo nel primo quarto ed incrementa il proprio vantaggio durante i restanti tre. Per il Belgio ci sono 12 punti di Sam Van Rossom.

Stasera il Belgio ha perso ancora, rovinosamente, contro la Serbia per 79-52.

Dopo aver perso contro l’Italia, il Montenegro cade anche contro la Slovenia per 81-74. Partita combattuta e decisa nel terzo quarto, quando la Slovenia piazza un fatale 17-11 che apre la strada verso il successo anche grazie ai 16 punti di Bostjan Nachbar.

L’Ucraina centra invece due vittorie in due giorni: ieri aveva sconfitto la Polonia grazie al miracolo sulla sirena di Jeter Pooh, autore anche di 23 punti, oggi invece è stata la volta del trionfo sulla Svezia, reduce da una buona prova contro la Gran Bretagna. Tra gli svedesi si distingue ancora una volta Jeffery Taylor degli Charlotte Bobcats, che segna 22 punti, ma l’Ucraina risponde con Maxym Korniyenko, Igor Zaytsev e Jeter Pooh che combinano per 53 punti e mandano in ghiaccio la gara nel quarto quarto.

Seconda sconfitta consecutiva per la Grecia, che dopo essersi arresa alla Macedonia ha perduto anche contro la Bosnia ed Erzegovina. Gli uomini di coach Petrovic ottengono una grande vittoria guidati dalla doppia-doppia di Mirza Teletovic, che chiude con 27 punti e 11 rimbalzi. Decisivo il grande ultimo quarto della Bosnia, che piazza un parziale di 21-13 vince la partita. Per la Grecia Nikos Zisis realizza 14 punti.

La Macedonia non si ferma e, dopo aver battuto qualche giorno fa la Grecia, ha facilmente ragione anche della Germania priva delle proprie stelle. Gjorgij Chekovski realizza 16 punti e Bo McCalebb ne aggiunge 14, mentre i tedeschi sono incapaci di reagire nonostante un buon Tibor Pleiss da 16 punti ed un discreto avvio, ma pagano il terzo quarto sanguinoso chiuso in passivo per 22-8.

Infine la Polonia, dopo essersi arresa ieri all’Ucraina, ha prevalso oggi contro la Gran Bretagna col punteggio di 85-66 e 18 punti di Thomas Kelati, mentre Marcin Gortat ne a realizzati 14.

[banner align=”aligncenter”]

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.