Verso Pesaro-Brindisi, le parole di coach Leka e la presentazione di Nic Moore

Home Serie A News

Coach Spiro Leka presenta Pesaro-Brindisi, riservando parole di stima anche per il collega Sandro Dell’Agnello.

Una vittoria con Brindisi rimetterebbe a posto questo inizio di campionato? Noi andiamo in campo per vincere ogni partita, giochiamo sempre per portare via la vittoria. L’obiettivo è ritrovare il nostro ritmo, riprendendo il filo del nostro gioco perduto nelle ultime due partite. Dobbiamo tornare a giocare di squadra in difesa e in attacco, senza farci condizionare dagli alti e bassi che sono naturali in partita: si può andare a +5 o a -8, ma senza farsi prendere dall’entusiasmo o dal panico. Di sicuro dobbiamo limitare le palle perse, non superare le 9-10 a partita, anche contro difese dure che ci mettono le mani addosso. Non dobbiamo ripetere le forzature in attacco fatte contro Cremona, mentre con Capo d’Orlando il problema sono stati i tanti errori al tiro nonostante buone costruzioni. A quel punto perdi morale e ti metti a cercare di vincere la partita da solo. E’ indispensabile ritrovare aggressività sia in difesa che in attacco, mettendo pressione alle difese avversarie. Domenica non avevamo la faccia giusta, si vedeva che non eravamo abbastanza battaglieri: a quel punto è inevitabile che ti spazzino via.

Quanto a Brindisi, loro hanno perso le prime quattro partite, ma hanno avuto un calendario molto duro. Domenica hanno battuto Avellino. Ora hanno firmato Nic Moore, già a Brindisi l’anno scorso quando è stato il miglior tiratore da tre del campionato con il 46%. Giuri ha carattere e personalità ed è stato decisivo domenica; Lalanne è un 5 atipico con mano morbidissima anche da tre; Mesicek è un giovane mancino sloveno molto interessante; Barber è una guardia con molti punti nelle mani che ha messo una bomba importante con Avellino; Tepic è giocatore da Eurolega, un vero professore di basket. Quanto a Dell’Agnello, sono stato suo assistente quando era qui: gli posso solo essere grato per questo.

Nella conferenza stampa svoltasi al Pentassuglia il DS Tullio Marino ha presentato il “nuovo” acquisto della Happy Casa Brindisi, Nic Moore, che si è così ri-presentato alla stampa locale:

Sono contento di essere tornato qui in un posto in cui la mia famiglia si è trovata molto bene l’anno passato. Ho vissuto questi mesi a Nanterre, praticamente dentro Parigi, una metropoli paragonabile a Roma con stile di vita nettamente differente rispetto a Brindisi. Questo è il posto giusto per noi, sono soddisfatto della scelta fatta.
Ho avuto subito la sensazione di essere arrivato in un buon gruppo con una chimica di squadra già ottima. Ho seguito le prime partite di regular season affrontate tutte con squadre di prima fascia. Conosco i miei ex compagni come Cardillo, Donzelli e Mesicek e so quanto possano rendere. In più ho trovato atleti molto forti come Giuri che l’anno scorso incontrai da avversario con Caserta. Sono convinto che d’ora in avanti potremo crescere e migliorare in rendimento e risultati.

In queste prime sessioni di allenamento ho già afferrato l’impronta difensiva che vuole dare alla squadra (dice di coach Dell’Agnello, ndr). Lavorando duramente e con applicazione ci toglieremo ottime soddisfazioni.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.