Verso Pesaro – Capo D’Orlando: le parole di Leka e Di Carlo

Serie A News

Sarà La Sfida per la salvezza quella che domani andrà in scena all’Adriatic Arena di Pesaro fra la Vuelle e l’Orlandina entrambe in serie negativa: 5 sconfitte di fila per i marchigiani, 9 quelle della Betaland (che diventano 15 considerando anche la Champions). I padroni di casa si presentano a questo match con vari malumori all’interno della società, con il pubblico che ne contesta fortemente l’operato; mentre nel profondamente rinnovato roster di Capo d’Orlando sarà assente Justin Knox, non tesserato in tempo per la gara di domani. Nel frattempo, i due allenatori presentano così il match salvezza:

VUELLE PESARO: SPIRO LEKA

Questa settimana abbiamo fatto doppia seduta tutti i giorni, è una partita da vincere e basta. Una partita del genere puoi vincerla con la difesa, non certo facendo corri e tira a quota cento. Loro hanno cambiato tanto, vengono da una lunga serie negativa, ma sono stati molto bravi a Torino dal secondo quarto in poi: sono riusciti a rientrare da -17 e potevano anche vincere, alla fine hanno perso per un paio di episodi. Hanno aggiunto il tiratore russo Likhodey e la guardia Faust, eccellente in contropiede; hanno ritrovato un ottimo Stojanovic e un Campani fermo da tantissimo, senza dimenticare Wojciechowski. Prima di tutto dobbiamo pensare a noi e alle cose che dobbiamo fare, domenica ci serviranno cattiveria e controllo. Dobbiamo ottenere il risultato tutti insieme: niente canestri facili per gli avversari, stare sul pezzo e non perdere mai la testa. Il pubblico sarà determinante, ma sta alla squadra trascinarlo e guadagnare sostegno. La squadra deve restare concentrata sul piano tecnico, senza pensare al risultato.

BETALAND CAPO D’ORLANDO: GENNARO DI CARLO

Ci apprestiamo ad entrare nell’ultimo terzo di questa regular season, da domenica cominciano delle partite che avranno contenuti agonistici completamente diversi da quelli affrontati finora. Affrontiamo una squadra che cercherà di fare bottino pieno, ovviamente, perché come noi è impegnata nella lotta per non retrocedere. Per quanto ci riguarda dobbiamo pensare a giocare la partita qualitativamente di più alto livello possibile, cercando di limare gli errori che non ci hanno permesso di vincere a Torino. Naturalmente sarà una partita importante, anche se probabilmente perdere sarebbe molto più decisivo per loro. Affrontiamo la partita con grande determinazione perché crediamo di avere l’opportunità di vincere. Ci dobbiamo concentrare sul nostro gioco, perché crediamo che giocando come a Torino abbiamo più chance di vincere. Sicuramente l’aspetto emotivo e quello nervoso saranno importanti, vogliamo tornare alla vittoria e credo che l’attenzione debba essere posta su questo, faremo di tutto per vincere contro una diretta concorrente per la lotta alla salvezza. Sono molto contento dell’esordio di Likhodey: è il giocatore che mi aspettavo, ha mostrato grande disponibilità, si è inserito e si è fatto accettare nel migliore dei modi. Sono molto contento anche dell’apporto di Campani e Faust ma sono anche convinto che abbiamo grandissimi margini di miglioramento, per questo dobbiamo avere grande positività. La squadra sta crescendo ancora sotto il profilo tattico ma anche quello fisico, abbiamo bisogno di una vittoria per ripartire a tutti gli effetti e per prendere fiducia: a Torino ci siamo andati molto vicini, mi auguro che Pesaro sia l’occasione giusta per tornare a sorridere.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.