Verso Pistoia-Cremona, le parole di Ramagli e Sacchetti

Serie A News

Alessandro Ramagli (coach Pistoia)

“E’ stata una settimana dura, di confronti, sia all’interno della squadra, che del club, che con le componenti esterne ma che fanno parte del nostro mondo, come ad esempio i tifosi. E i confronti, se fatti in modo serio, non lasciano mai le cose come stavano prima: sono emerse criticità da mettere a posto, indubbiamente, ma con esse anche la voglia di farlo. A parole c’è grande voglia di invertire il trend, ma contano i fatti: adesso l’unica cosa importante è vincere e mostrare una faccia diversa rispetto al recente passato. Sappiamo bene che tutti noi ci giochiamo molto e deve essere un qualcosa che ci spinge a toglierci di dosso timori e preoccupazioni e buttare tutto in campo, perché non ci saranno concesse molte altre occasioni.

Cremona è una squadra che sta bene, soprattutto mentalmente perché hanno avuto un inizio di campionato ottimo, vincendo anche partite sulla carta molto proibitive. Giocano una pallacanestro aperta e di alta qualità, soprattutto a livello offensivo, sotto la guida di un leader esperto e carismatico come Diener. Sono la squadra che gioca il maggior numero di possessi di tutto il campionato, sono atletici e bravi negli uno contro uno. Servirà una grande partita.

Sul mercato ho detto cose molto chiare a Trieste e so che il club sta lavorando duro per cercare le risorse per intervenire. Adesso però il mercato è chiuso fino a lunedì e noi dobbiamo concentrarci su noi stessi per dare risposte sul campo. Tutto il resto, in questo momento, non ci deve interessare.”

fonte Ufficio Stampa Pistoia

Meo Sacchetti (coach Cremona)

“Sappiamo benissimo che Pistoia è un campo non facile storicamente, sia per la Vanoli che per me, ma dobbiamo arrivare ad avere lo stesso spirito che abbiamo avuto nelle precedenti partite. Questo ci darà l’immagine della nostra squadra. Se ha capito il proprio senso, se ha capito quello che deve fare per cercare di vincere le partite.

Pistoia sarà una squadra affamata, come è giusto che sia, però noi abbiamo sempre guardato al nostro. Speriamo di non avere presunzione perché la nostra squadra deve avere rispetto di tutti, specialmente delle squadre con cui siamo più o meno allo stesso livello. È vero che adesso abbiamo qualche punto in più ma è altrettanto vero che abbiamo giocato solo cinque partite e il cammino è ancora lungo. Quella di domenica è una partita molto importante e decisiva per noi.

Sicuramente non si può dire che è un periodo che facciamo molto canestro da fuori però siamo stati bravi a trovare altre strade sfruttando le diverse qualità che questa squadra ha dimostrato di avere. Da tre possiamo certamente fare meglio ma se rimaniamo sempre con la testa concentrata e in partita, abbiamo dimostrato di essere una squadra che non si arrende mai. Abbiamo patito nella partita con Cantù ma credo che quella ci sia servita da lezione sotto questo aspetto. Non possiamo giocare con sufficienza, non vinceremmo una partita.

La chiave tattica per domenica è quella di riuscire a mantenere una buona attitudine a rimbalzo dove ci stiamo aiutando e in tanti riescono a dare un contributo significativo. Questo ci permette di trovare buone soluzioni in attacco e di avere il giusto atteggiamento difensivo. Lo stiamo facendo meglio di come mi sarei aspettato e per questo dobbiamo continuare su questa strada.

Questa settimana Crawford ha accusato ancora qualche problema alla spalla mentre Ricci si è allenato convivendo con il suo piccolo fastidio alla caviglia. Cerchiamo di gestire queste piccole situazioni.

Per quanto riguarda Marco Portannese che ha risolto oggi il suo contratto, l’impatto che ha avuto Saunders in questo inizio di stagione gli ha di fatto tolto un po’ di spazio. Gli facciamo certamente gli auguri per il suo futuro.

fonte Ufficio Stampa Cremona

  • 9
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.