Verso Pistoia-Varese: le parole degli allenatori

Serie A News

Dopo venti giorni di stop, riparte il campionato di serie A, per Pistoia e Varese, opposte nel match di domenica al Palacarrara. Una sfida importante in chiave salvezza, con Pistoia che dovrà provare a fermare una squadra reduce da 5 vittorie consecutive.

ENZO ESPOSITO, COACH THE FLEXX PISTOIA

“Riprendere il via dopo una sosta piuttosto lunga – ha spiegato il tecnico della The Flexx nella consueta conferenza stampa pre-gara- è sempre un’incognita, ma siamo arrivati a fare, finalmente, una settimana senza intoppi di alcun genere e già per questo sono fiducioso. Devo dire che sono molto soddisfatto di come abbiamo gestito queste tre settimane di pausa, a 360 gradi: abbiamo lavorato bene sia sul piano tecnico, che atletico, rimettendo anche sul parquet giocatori come Bond che erano stati fuori piuttosto a lungo. Faccio i complimenti ai ragazzi, ma anche al mio staff, ai preparatori, al dottore e al fisioterapista, perché veramente abbiamo fatto le cose nella maniera migliore. Varese -prosegue Esposito- rappresenta in questo momento un cliente davvero scomodo da affrontare, ma i ragazzi hanno affrontato nel modo giusto le tappe di avvicinamento alla partita e sono certo che saremo all’altezza della situazione”.

Il coach ha le idee chiare su come deve essere affrontata la gara: “Varese è una squadra in forma – dichiara Esposito – che gioca in maniera aggressiva e che ama giocare a tutto campo e in transizione. Nelle ultime partite hanno avuto percentuali importanti con gli esterni, ma il merito delle quattro vittorie consecutive secondo me è da ascrivere a tutta la squadra, perché indubbiamente con due lunghi come Cain e Pelle sono riusciti a trovare equilibrio. Si presenteranno qua con Delas al posto proprio di Pelle: sono due giocatori molto diversi da loro e se da un lato possono aver acquisito ulteriore pericolosità offensiva, va visto a livello di equilibri cosa possono aver perso. Indipendentemente da questo, però, noi sappiamo cosa dobbiamo fare: sarà fondamentale essere pronti ad affrontare una gara fisicamente molto dura, fin dalla palla a due. Aiuti ed energia per riuscire a trovare le situazioni tattiche più adatte a noi saranno le chiavi della partita, per evitare di arrivare magari a un finale punto a punto”.

Nonostante le dieci giornate che ancora mancano al termine, nessuno nasconde l’importanza della sfida: “Il nostro obiettivo – spiega Esposito – deve essere quello di riuscire a mettere un po’ di margine fra noi e l’ultima posizione, per non arrivare alle ultime giornate eccessivamente carichi di pressione. Per far questo non ci sono molte strade: dobbiamo vincere le partite contro le squadre della nostra stessa fascia, indipendentemente dal loro maggior o minore momento di forma”.

Fonte Uff.Stampa Pistoia Basket

ATTILIO CAIA, COACH OPENJOBMETIS VARESE

Fresco di accordo per altre due stagioni, Caja pensa alla trasferta di domenicaa Pistoia. «Riprendiamo il nostro campionato con una partita estremamente impegnativa. Sono molto carichi e leggendo le loro dichiarazioni ci confermano la difficoltà della gara. La The Flexx è una squadra che negli ultimi anni ha sempre fatto ottimi risultati in casa. Si tratta di una formazione che al PalaCarrara prova sempre a giocare in modo dinamico, sul contropiede e sulle palle rubate. Per questo stile di gioco Moore è un’atleta molto importante, può segnare e dare grande ritmo alla squadra. I lunghi sono bravi a correre il campo: Ivanov, Bond e Gaspardo hanno una mole notevole ma sanno essere aggressivi in situazioni di transizione offensiva per cercare di concludere nei primi secondi dell’azione”.

“Un altro giocatore molto pericoloso è Diawara: ha buona taglia, prova subito a giocare vicino al canestro e si muove benissimo senza palla – prosegue Caja –  Ho avuto modo di apprezzarlo nel poco tempo che abbiamo passato assieme a Varese. A metà campo invece passano molto dalle iniziative di Moore, Ivanov e McGee. Quest’ultimo è molto pericoloso, attacca sempre, ha grande tiro e sa far male nell’uno contro uno. Non si può annullarlo, possiamo solo provare a contenerlo. Parlando invece dei tre italiani: ho allenato Gaspardo nella sperimentale, ho apprezzato molto i suoi miglioramenti. Si tratta di un giocatore dinamico, con atletismo e con un buon tiro da tre punti. E’ in costante crescita ed è arrivato anche in Nazionale. Mian faceva parte della sperimentale e da anni conferma di poter tenere la categoria con il suo tiro pericoloso. Magro è uno dei lunghi più solidi nel panorama italiano: non ha talento eccelso ma fa sempre la sua parte. Per fare una buona partita dovremo cercare di pareggiare la loro energia e la loro aggressività. Per certi aspetti Pistoia ha caratteristiche molto simili alle nostre. Per far bene sarà fondamentale una difesa di squadra molto attenta a metà campo e un attacco dove dovremo continuare a condividere le responsabilità e nel quale tutti dovranno portare il proprio contributo. Domenica Ferrero non sarà della partita però abbiamo sempre dimostrato di saper far fronte alle assenze. Dovremo farci trovare pronti cercando di giocare con una buona armonia di squadra».

Fonte Uff. Stampa Pallacanestro Varese

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.