Verso Torino-Brescia: le parole del vice Comazzi e Diana

Serie A News

Stefano Comazzi, Fonte Ufficio stampa Fiat Torino: “Ci prepariamo ad una partita cruciale per la nostra stagione. Abbiamo lavorato in settimana per arrivare all’appuntamento con la massima concentrazione e per trasformare la tensione nervosa in aggressività sul parquet, onde evitare che la stessa ci si ritorca contro. Brescia è una squadra che ha avuto nel corso dell’anno diversi up and down ma che nell’ultimo periodo pare aver trovato il giusto equilibrio. Si tratta di una formazione particolare nella quale gli elementi da tener d’occhio certo non mancano. Da Luca Vitali a David Moss, da Jared Cunningham, che ha dato grande energia al gruppo, al talentuoso Jordan Hamilton, fondamentale nella vittoria colta da Brescia domenica scorsa contro Brindisi”. Come dovrà approcciarsi al match la Fiat Torino?: “Sarà ovviamente determinante l’impatto sul confronto, ovvero avere un avvio agonisticamente importante onde evitare di dover poi sprecare energie vitali per recuperare. Abbiamo lavorato nei primi giorni della settimana sulle criticità emerse nel testa a testa casalingo contro la Virtus Bologna e poi nella seconda parte sugli aspetti tecnico-tattici del match che ci attende domani”. L’invito al sostegno da parte del Palazzo è d’obbligo, ancora di più che in altre occasioni: “Siamo consapevoli di non esserci sempre fatti trovare pronti a diversi appuntamenti in casa ma nell’arco dell’anno ci sono sempre partite da leggere in chiave singola e questa lo è anche in ragione del fatto che nella stessa giornata andrà in scena una sfida che direttamente ci riguarda, tra Pistoia e Reggio Emilia. Il contributo del nostro pubblico sarà pertanto ancora più importante

Andrea Diana, Fonte Ufficio stampa Basket Brescia Leonessa:“Ci aspetta una partita delicata, una gara nella quale entrambe le squadre partecipanti cercano una vittoria. La capacità di mantenere alta la concentrazione per tutto il match sarà fondamentale, al pari dell’aggressività che bisognerà mettere sia in attacco che in difesa. Torino non naviga in buone acque dal punto di vista di classifica, ma ha un roster di innegabile valore. È una squadra in grado di accendersi in qualsiasi momento e produrre un basket dinamico e aggressivo. Contenere le penetrazioni di Moore e Poeta sarà una delle chiavi della partita, ma sarà importante anche limitare Hobson, che è un po’ un loro play aggiunto, bravo a giocare per sé ma anche per i compagni. Nelle ultime uscite, il coach di Torino Galbiati ha prediletto la soluzione con i due lunghi in quintetto e questo incrementa la fisicità della squadra. Anche la panchina della Fiat è di innegabile livello, non dimentichiamo che i piemontesi hanno disputato l’EuroCup e che all’inizio della stagione avevano costruito il proprio roster pensando al doppio impegno. Per noi, l’errore più grande sarebbe quello di sottovalutare la partita pensando alla posizione in classifica del nostro avversario. Dovremo essere continui nell’arco di tutti i 40′, sapendo che avremo di fronte una squadra in grado di trovare parziali improvvisi. Dobbiamo soprattutto farci trovare pronti a reggere l’urto difensivamente, per questo chiederò alla squadra più continuità rispetto alla sfida contro Brindisi. Non possiamo permetterci cali d’attenzione, distrazioni o condizionamenti dovuti a nostri errori: conterà davvero essere squadra. Sarà un’altra battaglia, ma giocare partite che contano è il bello del nostro sport”.

  • 3
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.