Verso Venezia-Brescia: le parole di Mitchell Watt e Andrea Diana in vista del match

Serie A News

MITCHELL WATT (FONTE: Ufficio Stampa Reyer Venezia):La partita con Brescia sarà importante per noi, anche se non cambierà nulla a livello di accoppiamenti playoff, ma ci preparerà a Gara1 dei quarti di finale, una partita fondamentale. La Germani è una squadra molto forte e sarà certamente un test di livello in vista della post-season. Abbiamo inoltre grande voglia di tornare in campo dopo la partita di Cremona, vogliamo fare bene e scendere in campo con la giusta mentalità. Ai playoff dobbiamo arrivarci con la giusta inerzia e convinzione, dobbiamo essere positivi e dare di più, ognuno di noi. Siamo convinti che non ci manchi nulla per competere, il Taliercio dev’essere il nostro fortino e siamo certi che i tifosi ci daranno una spinta in più, soprattutto nei momenti di difficoltà durante la gara. Inoltre in questo campionato abbiamo vinto partite importanti in trasferta e dovremo provare a farlo anche nei playoff. Io ho fiducia nel nostro gruppo e indipendentemente da chi incontreremo sono certo che daremo il massimo.

 

ANDREA DIANA (FONTE: Ufficio Stampa Basket Brescia Leonessa):Venezia ha uno dei roster più attrezzati del campionato. È una squadra che ha grandi ambizioni e che conosciamo bene. Nelle ultime partite hanno presentato Haynes, Tonut, Bramos, Mazzola e Watt nello starting five, ma De Raffaele può far giocare tutti i membri del proprio roster, ruotando anche 11-12 giocatori e mantenendo sempre un’energia costante nell’arco della partita. La Reyer è una delle squadre che tira maggiormente da 3 punti e questo è un fatto da tenere in considerazione. Sono bravi a tirare dalla lunga distanza in campo aperto, ma anche abili a giocare penetrare in area e a scaricare il pallone, cercando i tiratori liberi sull’arco. Da parte nostra, sarà importante riuscire a non concedere ai nostri avversari spazi sul perimetro, difendendo forte in post basso su Watt, uno dei candidati al premio di MVP del campionato, Kennedy, il loro ultimo acquisto che ha fisicità per giocare dentro l’area, e Stone, un altro esterno capace di giocare vicino a canestro. La Reyer chiuderà la regular season al terzo posto in classifica, a testimonianza che la qualità del gioco espresso lungo tutta la stagione le ha garantito continuità di risultati. Venezia è una squadra solida, non è un caso che da diverse stagioni sia nei quartieri più alti della classifica. Il fatto che non chiuda la regular season al secondo posto è dovuto soprattutto ai meriti di Cremona, che non ha smesso di avere continuità neanche dopo la conquista della Coppa. Per quanto ci riguarda, sappiamo che sarà l’ultima partita della stagione. Ci teniamo a finire bene e a mantenere fino alla fine lo spirito che ci ha contraddistinto nella seconda parte del campionato. Veniamo dalla sconfitta sul campo di Sassari, dove però abbiamo giocato bene, cedendo il passo a una delle squadre più in forma del momento. Vogliamo fare una prestazione ottimo livello, pur venendo da due settimane senza giocare e pur sapendo che una vittoria non ci permetterà di arrivare ai playoff. Al di là della voglia di chiudere il campionato con il 50% di vittorie e di provare a migliorare la nostra posizione in classifica, questo è il nostro DNA, il nostro modo di essere, e sono sicuro che ci porterà a farci trovare pronti ad affrontare una partita di questo livello. Cunningham non ha ancora risolto i propri problemi alla caviglia, ma dovrebbe comunque garantire uno spezzone di partita, come è successo a Sassari”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.