Virtus semplicemente spaziale, Jesi si arrende solo nel finale

Serie A2 Recap

Segafredo Virtus Bologna – Termoforgia Jesi 98-88

(29-20; 20-31; 24-24; 25-13)

ramagli virtus bologna

QUINTETTI

VIRTUS BOLOGNA: Spissu, Umeh, Oxilia, Rosselli, Bruttini

JESI: Battisti, Bowers, Davis, Benevelli, Maganza

LA GARA

Bowers e Rosselli aprono la gara con un paio di canestri a testa per un’avvio equilibrato nei primi minuti di gioco: entrambe le formazioni giocano ad alti ritmi e puntano prevalentemente sul gioco interno, ma se da un lato Jesi commette molti errori anche con i lunghi, la formazione di Ramagli gestisce meglio i suoi possessi e dopo 3′ e mezzo siamo sul 10-9. I bianconeri da qui cominciano ad aprire il campo con Umeh e Spissu, che trovano le triple del primo allungo sul 19-9; è sempre Bowers a muovere il pallone per gli oranges, ma predica in solitaria, e i due tiratori virtusini continuano a fare male (25-13). Jesi prova a limitare gli avversari anche con le rotazioni, ma al termine del primo periodo, la Virtus è padrona del campo sul 29-20. Nel secondo periodo non cambia la faccia della gara con uno scatenato Umeh che si fa trovare pronto alla buona serata di Janelidze (36-24), ma qui i marchegiani decidono di cambiare ritmo e trovare nuove soluzioni: Maganza, dopo gli errori del primo quarto, si dimostra più incisivo vicino al ferro, e con gli americani guida la rimonta ospite. Approfittando del calo del blackout offensivo della Virtus, Jesi riesce a pareggiare i conti a quota 36, con un parziale di 12-0 confezionato dalla tripla del leader Bowers: ora la partita è riaperta e le squadre si rispondono colpo su colpo con Rosselli e Michelori da un lato e dall’altro le seconde linee marchegiane, che si fanno trovare pronte. L’ultimo canestro del tempo è, manco a dirlo, di Bowers che chiude parzialmente il tabellone sul 49-51.

Tim Bowers (www.qdmnotizie.it)

Al rientro in campo, l’equilibrio e il ritmo alto regnano sovrani con Rosselli e Spissu che tengono in mano il pallino del gioco bolognese, mentre gli esterni jesini tengono in pari il gioco sul 56-57. Umeh e Spissu provano di nuovo a costruire un vantaggio per la formazione di casa sul +5 (64-59), ma le triple di Benevelli permettono agli ospiti di rimanere attaccati al match sul 68-65. La serata storta di Davis al tiro viene compensata da un’intera partita giocata per i compagni, dai liberi e dall’ennesima tripla del lungo italiano per il 71-75, ma è il canestro di Michelori a chiudere il cerchio del terzo periodo, preludendo un finale infuocato. L’inizio di ultima frazione presagisce così, anche se le squadre accusano la fatica e un calo evidente di percentuali al tiro: la Virtus prova a trarre vantaggio da questo momento di calo, arrivando a +4 con Michelori e Umeh, ma il tiro più importante lo mette Spizzichini con la bomba del 85-78 a 5′ e mezzo dal termine. Bowers prova a spegnere l’entusiasmo bianconero a suon di triple, ma i padroni di casa giocano con tutto un’altro ritmo, circolazione ed efficacia che li mantiene al sicuro e non solo: nonostante il timeout di Cagnazzo, sono i protagonisti Rosselli e Spissu con una tripla a testa ad esaltare il pubblico di casa sul 96-84 a 3′ dal termine. Jesi comincia ad innervosirsi, e pecca di lucidità nel momento decisivo, consegnando la vittoria alla formazione di casa per 98-88.

MIGLIORI IN CAMPO

VIRTUS BOLOGNA: su tre possibili tra Spissu, Umeh e Rosselli, scegliamo il playmaker sardo classe ’95. I numeri dicono: 28 punti (6/6 da due, 4/5 da tre), 6 rimbalzi, 5 assist, 6 falli subiti, 4 recuperi e un 42 di valutazione finale. La miglior prova di sempre del giocatore? Poco ci manca.

JESI: assolutamente Tim Bowers, ultimo ad arrendersi e spina nel fianco della difesa bolognese con i suoi 26 punti conditi da 7 assist e 3 recuperi per un 34 di valutazione finale

PEGGIORI IN CAMPO

VIRTUS BOLOGNA: Davide Bruttini, parte in quintetto ma Michelori è più incisivo sul parquet e al 4° fallo non vede più il campo.

JESI: Matteo Battisti, prova incolore nei 19′ sul parquet a cui aggiunge 3 perse e 3 falli

TABELLINI

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA: Umeh 28, Rosselli 15, Spizzichini 6, Spissu 28, Michelori 13, Bruttini 3, Oxilia 5, Penna, Petrovic ne, Carella ne, Lawson ne; RIMBALZI: 29 (Rosselli 7); ASSIST: 20 (Rosselli 9); T2: 22/30; T3: 13/25; TL: 15/23;

AURORA BASKET JESI: Alessandri 6, Battisti, Moretti ne, Vita Sadi ne, Mentonelli ne, Scali ne, Maganza 14, Janelidze 15, Bowers 26, Davis 11, Benevelli 13, Picarelli 3; RIMBALZI: 26 (Davis 10); ASSIST: 19 (Davis 10); T2: 18/30; T3: 14/30; TL: 10/15;

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.