Virtus Bologna: Lawal fa le visite mediche ed arrivano le cifre per Gentile

Serie A News

Sempre più scatenata sul mercato la Virtus Bologna. Dopo aver ufficializzato il colpo dell’estate Pietro Aradori (triennale da 330’000€ annui, più bonus da 20’000€ in caso di playoff e 50’000€ in caso di scudetto), i bianconeri sono prossimi a piazzare due ulteriori colpi. Il nome di Alessandro Gentile non è più una novità dalle parti dell’Arcoveggio, e lo stesso presidente Bucci ne aveva dichiarato la fattibilità della trattativa nella nota ufficiale in cui pre-annunciava anche l’arrivo di Aradori. Ora l’ex-capitano di Milano viene dato sempre più vicino alla rescissione con la società di Armani, per liberarsi vicendevolmente del pesante ingaggio da 1.6 milioni di Euro netti che spettavano al giocatore per la stagione 2017/2018. Le due parti si sono incontrate e grazie all’intermediazione del procuratore Sbezzi ci sarebbe già l’accordo sulla buonuscita da dare a Gentile. Grazie a questo incasso meneghino le pretese del figlio di Nando si abbasserebbero, per arrivare ad una cifra simile a quella stipulata con Aradori: secondo Stadio infatti le parti stanno lavorando su un accordo che preveda come base fissa 300’000€.

Capitolo lunghi: il nome di Shane Lawal rimbalza prepotentemente in città da mercoledì e ormai sembra lui il prescelto per il ruolo di pivot titolare. Secondo quanto riportato dal Resto del Carlino il centro nigeriano avrebbe già sostenuto una prima tranche di visite mediche negli Stati Uniti, dove è stato raggiunto tra l’altro dal GM Julio Trovato. Il buon esito di questi esami fisici avrebbe quindi dato un’accelerata alla trattativa, con Lawal che è atteso in Italia per finire il percorso dei test clinici. Più possibilista invece Stadio, il quale afferma che le contrattazioni sono ancora in corso e non si è ancora nella fase calda. In ogni modo l’integrità fisica è la chiave fondante del possibile matrimonio Lawal-Virtus: il lungo ex-Sassari è fermo per infortunio da quasi un anno, con la rottura del tendine rotuleo giunta durante le scorse Olimpiadi. I Giochi di Rio appunto, vissuti insieme al compagno e amico Michael Umeh, motivo aggiunto che spinge Lawal verso Bologna. Inoltre il giocatore ha già giocato per Ramagli, al suo primo anno in Italia a Verona, e il rapporto tra i due è rimasto ottimo tanto che i primi contatti per arrivare in Virtus sono partiti proprio dal giocatore e risalgono allo scorso febbraio (nel momento dell’infortunio a Lawson del quale non si conosceva l’entità). Parlare di cifre qui è ancora prematuro, ma secondo la Repubblica l’accordo sarebbe di minore entità rispetto a quello definito per gli italiani prima citati, anche se il giocatore viene dalla rescissione con il Barcellona col quale sarebbe entrato nell’ultimo anno di un triennale da 1 milione di Euro netti a stagione.

Detto del mercato, si attendono novità importanti nella giornata di lunedì: dopo la presentazione di Aradori ci sarà un nuovo CDA, sia per discutere della sostituzione del dimissionario Loredano Vecchi, sia per stanziare definitivamente il budget. Il Resto del Carlino parla di 2.2 milioni netti da destinare ai soli ingaggi dei giocatori, per una spesa lorda quindi di 4 milioni di euro.

In conclusione, rimangono aperti i dialoghi per un play italiano, più ragionatore e passatore per coinvolgere una squadra già piena di bocche da fuoco. Un playmaker alla “Marco Spissu”, il quale dopo una splendida stagione in Virtus ufficialmente non tornerà in Emilia: Sassari si è impuntata e ha deciso di non cedere il proprio gioiellino forte del contratto fino al 2020. Così facendo si riapre la pista Marco Giuri, libero da vincoli contrattuali grazie all’estromissione di Caserta dal prossimo campionato. Il play campano aveva da poco firmato un biennale con la Juve, ma potrebbe tornare in orbita Virtus dopo che era già stato trattato lo scorso aprile, prima che si aprisse definitivamente la strada che portò a Stefano Gentile.

  •  
  •  
  •  

1 thought on “Virtus Bologna: Lawal fa le visite mediche ed arrivano le cifre per Gentile

  1. Aradori e Lawal…non me ne frega niente, Alex Gentile, solo un Alex Gentile, sempre, tutta la vita.
    Poi, perfetto Stefano Gentile, è lui il play che cercano sul mercato, scemi.
    Bene Rosselli, se ci sta, io andrei via, Ndoya e terrei qualche cinno.
    Ah, no Ramagli e coso lì, quel bagaglio di Trovato.
    Bene anche Vecchi fuori dalle scatole, via chi pensa “in piccolo”.
    No Lawson Umeh.
    Direi basta no?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.