Virtus Bologna-Trieste, le pagelle di gara 2: Umeh straordinario ancora una volta, Green devastante ma non basta

Serie A2 Recap

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Spissu 6,5: buona la prova della guardia virtussina che gioca l’ennesima partita di sostanza con la giusta cattiveria e aggressività.

Lawson 8: sempre importante il centro americano per questa Virtus, anche oggi, infatti, fa sentire la sua “presenza” sotto le plance segnando e catturando rimbalzi. 

Penna SV: non scende mai in campo in questa partita.

Gentile 6: fa il suo dovere senza troppe sbavature, sufficienza più che meritata dopo la brutta prestazione di gara 1.

Oxlilia SV: mai sul parquet in questa gara 2.

Michelori SV: panchina e niente più per il capitano virtussino anche in questo match.

Rosselli 7,5: il numero #14 riscatta la prova opaca di gara 1 e oggi riesce a gestire la palla solo come lui sa fare, risultando spesso decisivo nell’economia del gioco virtussino.

Ndoja 6: ordinaria amministrazione per lui in questa gara, non ripete la prova di gara 1 ma la sua grinta e la sua astuzia sono sempre un’arma in più per i bianconeri.

Spizzichini 7: bella prova dell’ex Scafati che quando scende in campo è sempre preciso ed ordinato.

Umeh 9: altra partita spettacolare per la guardia texana che nei momenti decisivi trova sempre la soluzione migliore e guida ad un’altra vittoria la sua Virtus.

Bruttini 7: quando scende sul parquet riesce sempre a dare il suo prezioso contributo sia in termini di punti che in difesa.

Coach Ramagli 7,5: la sua squadra soffre di più rispetto a gara 1, ma la gestione delle rotazioni del tecnico livornese è ottima. Tanto che chi esce dalla panchina dà sempre il giusto contributo alla squadra, anche in misura maggiore di alcuni titolari. Inoltre la libertà d’azione concessa ad Umeh è la carta decisiva per la vittoria finale.

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE:

Parks 5: sempre in difficoltà quando non gioca sul parquet amico dell’Alma Arena, non segna neanche un punto in questa partita e le altre statistiche, pur se positive, non possono salvarlo dall’insufficienza.

Da Ros 6,5: la brutta prestazione di gara 1 è già stata dimenticata dal lungo milanese, che oggi torna a fare quello che sa fare meglio fin da inizio gara, ma a poco a poco si spegne come tutta la sua squadra.

Cavaliero 7,5: il talento c’è e si vede, ma l’ennesima grande prova di questi play-off non basta per ribaltare la sconfitta di gara 2.

Prandin 4,5: oggi non c’è in campo e la buona prova di gara 1 è ben presto dimenticata.

Simioni 6: meno di due minuti sul parquet del Pala Dozza ma senza sbavature, sei politico per lui.

Baldasso 5: sembra più motivato rispetto alla prima partita, ma il “Lollo” decisivo visto in diverse gare di questi play-off è ancora molto lontano.

Pecile 4: questa non è la sua partita e come in moltissime gare di questi play-off la guardia triestina non è per nulla d’aiuto alla sua squadra.

Gobbato SV: non entra mai in campo in questa gara.

Green 8,5: quando vede bianco-nero dà sempre il meglio di se e anche in questa partita la guardia della Virgina è uno dei migliori in campo, ma non bastano trenta punti per far vincere Trieste.

Coronica SV: poco meno di due minuti per lui in questa partita e prestazione non giudicabile.

Bossi SV: come per il suo compaesano la sua prestazione non è giudicabile.

Cittadini 5,5: quel poco che fa non è sufficiente e soprattutto sotto canestro soffre troppo spesso la fisicità degli avversari.

Coach Dalmasson 5,5: prepara sicuramente meglio questa partita, ma la sua squadra perde sempre la tramontana nel secondo periodo e soprattutto non riesce in nessuno modo a trovare le giuste contromisure su Umeh. In trasferta le strategie offensive non funzionano a dovere e la gestione di alcuni giocatori è sicuramente molto rivedibile.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.