Virtus: in mezzo alla corsa playoff un occhio corre al futuro?

Home Serie A News

La stagione della Virtus si avvia al momento decisivo, ma le voci sul futuro non accennano a placarsi. Con la società che non smentisce gli spifferi di corridoio e anzi li alimenta confermando l’arrivo di Dalla Salda come nuovo a.d., in città prendono corpo nuove ipotesi sulle posizioni di direttore sportivo e allenatore. Non è una novità che la proprietà per mano di Baraldi vorrebbe inserire due figure distinte: una più dirigenziale (Dalla Salda appunto) e un d.s. esclusivamente addetto all’area tecnica. Ecco che come per il “fantomatico 4” è partito il toto nomi (per il quale si è fatto all’incirca un nome nuovo al giorno da agosto a novembre, salvo poi tirare fuori dal cilindro Jamil Wilson quasi nel silenzio generale a tre giornate dalla fine). Dopo Frosini e Coldebella, il nome che riporta oggi Spicchi d’Arancia è quello di Marco Martelli, attuale Direttore Generale della sorprendente Casale Monferrato in A2. Martelli, bolognese di nascita, cresciuto in Virtus e con un passato lavorativo in Fortitudo, non sarebbe così tentato da lasciare Casale. Oltre a considerare un demansionamento nel cambio di società. Anche se ovviamente c’è l’ambizione di confrontarsi con livelli superiori, con tutto il rispetto per la società piemontese.

Questa prima scelta orienta poi di conseguenza la pesca dal cilindro per l’allenatore. Nonostante sia stato messo sulla graticola da più di un anno dalla stampa locale più che dalla società, Ramagli è ancora saldamente al comando. Sarebbe difficile spiegare alla piazza che idolatra il proprio coach una separazione al termine della stagione, dopo una promozione centrata al primo colpo e un’ottima annata al ritorno in SerieA. Dovesse restare Julio Trovato infatti, la coppia potrebbe essere riproposta anche nel 2018/2019. In caso di cambio del d.s. invece, il subentrato potrebbe scegliere di cambiare rotta e imporre un proprio nome. In questa direzione i candidati sono Djordjevic e Sacripanti, più facilmente raggiungibili di Banchi e Trinchieri.

In mezzo a tutto questo movimento vorticoso a monte la squadra continua a lavorare, con il mirino fisso sui playoff. Chissà se questi rumors non danneggeranno la serenità del roster, anche se ormai la situazione è ormai un’abitudine a Bologna.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.