Virtus Roma-Virtus Bologna, le pagelle: Alibegovic e Kyzlink non bastano, Weems guida una Segafredo a scartamento ridotto

Home Pagelle Serie A

Dura meno di 5 minuti lo scontro tra le due Virtus, il tempo che serve a Bologna per prendere le misure all’omologa romana. Poi i bianconeri hanno preso il largo facilmente e velocemente, chiudendo in scioltezza il match grazie ad un vantaggio sempre rassicurante. Vediamo ora le pagelle del match.

VIRTUS ROMA

Devon Jefferson: 5 – soffre sia Delia che Gamble, si riscatta subendo falli nel pitturato, ma manca la conversione dalla lunetta.

Amar Alibegovic: 7 – nettamente il migliore dei suoi, porta energia e continuità su entrambe le metà campo.

Jerome Dyson: 5,5 – sempre un passo indietro fisicamente, finisce presto l’ossigeno e la sua classe non arriva dove mancano le gambe.

Tomas Kyzlink: 6,5 – dietro lotta su ogni pallone e si rende utile a rimbalzo, mentre in attacco si limita a far da sponda. Raccoglie il proprio bottino a babbo morto.

Tommaso Baldasso: 5 – aiuta in regia, ma al tiro non ci prende mai.

William Buford: 5 – tutto subito, poi sparisce dai radar.

James White: 6,5 – appena 3 minuti nel primo tempo, sale sul -32 e si carica la squadra sulle spalle. Si nota che atleticamente deve ancora lavorare, ma già all’esordio fa vedere alcuni colpi dei suoi.

Giovanni Pini: 5,5 – scampoli nel primo tempo, Bucchi gli dà fiducia solo nel garbage time e risponde a corrente alternata.

Roberto Rullo: s.v. – passaggio rapido, senza lasciare traccia.

Coach Piero Bucchi: 6 – riesce a sorprendere la squadra della sua città natale nei primi minuti, immaginando il colpaccio sul 9-0. Poi però la Segafredo sale di colpi e fatica a tenere compatti i suoi. Si fa sentire nel timeout chiamato sul -30 e scuote l’animo dei suoi, portando a casa una sconfitta più onorevole.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Stefan Markovic: 6 – primo quarto con ancora nella mente le difficoltà di Belgrado, scende sul parquet con confusione e palle perse. Poi però è solido mentalmente a cambiare spartito, arrivando a 7 assist già nel secondo quarto.

Alessandro Pajola: 6 – viene chiamato per dare ordine nel momento di caos iniziale, risponde presente. Poi torna ad avere spazio sul +30, ma non riesce a tornare mentalmente nella gara.

Frank Gaines: 6 – giornata ai margini, entra, spara, non va, esce. Almeno dietro si fa sentire con il suo atletismo.

Milos Teodosic: 6,5 – oggi non c’è bisogno delle sue magie, anche se riesce a regalare qualche perla nei pochi minuti di agonismo del match. I passaggi dietro la schiena però oggi fanno solo arrabbiare Djordjevic.

Giampaolo Ricci: 7 – è il primo a segnare per la Segafredo e ad interrompere l’unico momento di difficoltà, dando il là alla volata bianconera. Prezioso e produttivo, si può godere il meritato riposo per gran parte del secondo tempo.

Marcos Delia: 7 – una delle migliori prove in maglia bianconera, attacca con convinzione e pulisce il tabellone con 6 rimbalzi.

David Cournooh: 5,5 – pessimo impatto nel quintetto iniziale, recupera nella seconda metà di gara. Utile coi tagli profondi e decisi.

Julian Gamble: 5,5 – perde il confronto con Delia, il -17 di minus/plus dice tutto sulla sua serata. Dopo le scintille dell’ultimo periodo, si prende un passaggio a vuoto.

Kyle Weems: 7 – mostruoso nel far sembrare semplici le cose difficili. Sempre al momento giusto nel posto giusto, non sbaglia mai una scelta.

Filippo Baldi Rossi: 7 – doppia cifra con 4/4 da 3, si alza dalla panchina con il giusto spirito.

Stefan Nikolic: 6,5 – c’è gloria anche per lui nel finale, raccoglie 5 punti con personalità.

Coach Alexandar Djordjevic: 6,5 – vittoria dai due volti che non lo lascia sereno. La sua Virtus recupera mentalmente da Belgrado, schiantando Roma. Ma ci sono delle ombre che l’allenatore ha sottolineato, come il passaggio a vuoto iniziale, le tante palle perse (addirittura 18) e il terzo quarto dove dal +30 si arriva a +16 in poco tempo. Oggi però contava vincere, per vedere il reale stato di salute della Segafredo servirà aspettare il match di Eurocup contro il Darussafaka.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.