Vittoria col brivido: la Virtus Bologna ottiene il primo post del girone

Coppe Europee Champions League Home

Virtus Segafredo Bologna – Promitheas Patrasso: 98-91 d.t.s.

(25-23; 27-23; 73-64; 84-84; 98-91)

Serve un supplementare alla Virtus per avere la meglio di Patrasso e prendersi il primo posto nel girone D della Basketball Champions League. I bianconeri restano a lungo in vantaggio, una volta domata l’iniziale fiammata dei greci. Si sfiora anche il +15 al PalaDozza, prima del crollo nel finale. Nell’ultimo quarto la temerarietà degli ospiti viene premiata, che punto su punto recuperano terreno e raggiungono la Segafredo. Tantissimi i liberi lasciati per strada dai bolognesi (ben 13 errori dalla lunetta), che uniti alle scelte rivedibili consentono al Promitheas di agguantare a quota 84 il pareggio. C’è bisogno quindi di ulteriori 5 minuti per ottenere il verdetto, che all’ultima sirena sorride alla Virtus. Nel prolungamento, infatti, Patrasso trova un effimero vantaggio grazie alla tripla di Meier, ma poi i bianconeri rimettono la testa a posto e riescono a riprendere le redini della gara. Patrasso perde pezzi a causa dei falli e non ha più benzina per rispondere: finisce 98-91.

Punter Virtus Bologna FIBA

Sugli scudi M’Baye che chiude con una doppia doppia da 20 punti e 10 rimbalzi ed il punto esclamativo finale con la super schiacciata. Molto bene il solito Taylor (16 punti e la consueta leadership) ed un ritrovato Aradori (16), anche se inusualmente falloso dalla lunetta. Grande prestazione anche di Punter (9 punti e 6 assist), che ha provato a salire di colpi nel supplementare dopo essere stato escluso nel finale dei regolamentari. In chiaro scuro Moreira (12), che controbilancia ogni buona azione con un errore banale. Ma la vera notizia di serata è l’eccellente ritorno sui suoi livelli di Brian Qvale: il lungo ha chiuso con 16 punti ed il 100% dal campo, seppur ancora indietro atleticamente sul ritmo gara. Bene anche i le due parentesi di Cappelletti e Pajola, presenti su entrambi i lati del campo, pur prediligendo il primo l’attacco ed il secondo la difesa. In ombra invece Baldi Rossi e Martin, con la loro fatica sul campo che si trasmette nel minus/plus (rispettivemente -4 e .5).

Dal lato Promitheas sfugge nel finale un’impresa che poteva portare ad un piazzamento migliore nella classifica finale. In ogni modo il cammino dei greci può considerarsi soddisfacente ed anche la prestazione di stasera migliora la fiducia con la quale si può guardare al futuro. Interessante Mantzoukas (7), classe 2003, che tiene il campo senza nessun timore reverenziale e segna la tripla nel finale dei regolamentari che avvicina i suoi. Serata di grazia per Katzivelis (17) che va ben oltre le proprie medie stagionali, mentre si confermano talentuosi Gkikas (12) e Tsairelis (10). Clamoroso Meier (15), protagonista prima della bomba del pareggio e poi di quella del momentaneo sorpasso nell’overtime, affiancato da un Parks (16) sempre mortifero nel pitturato.

Virtus e Patrasso andranno insieme al sorteggio per la seconda fase, separati in classifica dal Besiktas secondo e dal Neptunas terzo.

Qui il tabellino completo della gara.

 

  • 22
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.