Vittoria esterna senza troppe difficoltà per Udine, Bergamo cade tra le mura amiche

Serie A2 Recap

WITHU BERGAMO – APU UDINE

59-76

(11-19; 21-17; 13-23; 14-17)

Inizio fortissimo da parte degli ospiti guidati dal duo americano Johnson-Foulland, Udine si lancia in un amen sul 6-0 e coach Calvani dopo soli due minuti di gioco è costretto a chiamare il primo timeout del match. Bergamo si sblocca con Zugno, ma il pallino del gioco rimane nelle mani degli uomini di Boniciolli, bravi nel difendere forte e punire in ogni occasione gli orobici. È proprio la difesa friulana a fare la differenza nelle battute iniziali. Al termine dei primi 10 minuti sono gli ospiti a condurre sul 19-11.

Bergamo torna in campo con una faccia diversa, parziale di 5-0 ispirato dalla tripla di Vecerina e dal contropiede di Parravicini. Udine prova a fermare il momento positivo da parte dei gialloneri, questa volta con Amato, pilastro dell’attacco ospite in questo periodo, ma Bergamo rimane lì grazie ai 13 punti di un ritrovato Purvis (31-28). Sul finale di periodo regna l’equilibrio assoluto, al riposo lungo il tabellone recita 36-32 Udine.

Le due squadre rientrano dagli spogliatoi e in avvio l’inerzia è dalla parte di Udine: Giuri e Johnson bombardano da tre punti e gli ospiti provano a scappare via (51-37), li imita poco dopo anche Amato, uno dei migliori tra gli uomini in maglia nera nel secondo quarto. Bergamo pare in grande difficoltà, tante palle perse e tanti errori al tiro che non fanno altro che facilitare i giochi di Udine. I ragazzi di Boniciolli toccano il +17 con Pellegrino (56-39), arriva la timida reazione orobica sul finire di quarto, al 30′ è ancora Udine ad essere avanti sul 59-45.

Pullazi dà una scarica di adrenalina ai suoi con due bombe consecutive: Bergamo cerca in tutti i modi di riavvicinarsi agli avversari e al 35′ si porta sul -12 (64-52), Parravicini lucra qualche punto dalla lunetta ma dall’altra parte Johnson non si ferma e, senza troppe difficoltà, Udine mantiene facilmente la doppia cifra di vantaggio. Antonutti punisce da due punti, Johnson si guadagna 3 tiri liberi e Bergamo è in ginocchio: Udine tocca nuovamente il +17, i ragazzi di Calvani tentano il tutto per tutto ma non c’è nulla da fare, Udine domina il finale e vince 76-59.

BERGAMO: Pullazi 12, Bedini 3, Vecerina 6, Parravicini 6, Seck 4, Purvis 16, Da Campo 5, Siciliano NE, Zugno 5, Easley 2+9rim

UDINE: Johnson 18, Foulland 12+13 rim, Agbara 0, Deangeli 13+10rim, Giuri 9+8ast, Nobile 0, Pellegrino 2, Antonutti 6, Italiano 2, Amato 13, Mobio 1

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.