Washington Wizards: John Wall unica certezza, ma tutto passa dalle condizioni fisiche di Beal.

NBA News

Washington Wizards

cdn.mse.psddev

Roster

PM: John Wall, Trey Burke, Casper Ware.

SG: Bradley Beal, Marcus Thorton, Danuel House, Sheldon McClellan, Tomas Santoransky.

AP: Markieff Morris, Otto Porter, Jarell Eddie, Kelly Oubre Jr.

AG: Jason Smith, Andrew Nicholson, Jhonny O’Bryant.

C: Marcin Gortat, Ian Mahinmi, Daniel Ochefu.

La stella

via adidas

Da subito protagonista fin dal suo esordio nella lega, ormai 6 anni fa, John Wall si è a consacrato a pieno titolo come una delle point guard più letali del panorama NBA, sia dal punto di vista realizzativo che sotto l’aspetto di gestione del gioco. Nonostante le ultime due stagioni abbiano visto gli Wizards in balia di molti cambiamenti (come la partenza di Pierce dopo una grande stagione e i numerosi infortunii di Bradley Beal), il n°2 della franchigia della capitale non ha deluso i suoi tifosi, facendo registrare ottime prestazione nelle ultime due regular season che lo hanno visto sfondare il muro dei 10 assist a partita. 2016 da career high in punti (19.9), assistenze (10.2), recuperi (1.9) e percentuale dall’arco (35.1), non sufficienti però per staccare un biglietto per i playoffs, dopo l’incoraggiante esperienza nell’edizione del 2015, quando gli Wizards rischiarono di completare un upset storico. In un roster di livello medio-basso, Wall sarà nuovamente la punta di diamante di una Washington destinata a rincorrere le ultime piazze per la postseason.

Bradley Beal: il triste obiettivo è ritrovare le 65 presenze in reagular season.

Unico sparring partner di livello a fianco della stella John Wall, Bradley Beal ha fatto parlare di sè più per le sue precarie condizioni fisiche che non per le prestazioni in campo, nonostante sembri da anni in procinto di completare il salto di qualità da grande incognita a scorer affermato. La miriade di problemi fisici che la guardia di Washington ha dovuto affrontare nelle ultime stagioni lo hanno di fatto limitato ad un totale di sole 247 partite giocate nelle sue prime 4 stagioni a fronte delle 328 del calendario, e fatta eccezione per il suo anno da sophomore che lo ha visto allacciarsi le scarpe per “ben” 73 volte, il prodotto dell’università della Florida non è mai andato oltre le 63 presenze, scendendo fino alle 55 della scorsa annata. Potenziale crack? Forse, ma la poco incoraggiante prova di resistenza fisica di Beal, che ha annunciato di dover limitare il proprio minutaggio probabilmente per il resto della sua carriera, non sembra aver scoraggiato gli Wizards, che in estate hanno rifirmato la loro guardia con uno stellare contratto di ben 128 milioni per i prossimi 5 anni. Per il buon Bradley non esistono più scuse.

Le mosse estive

NBA: Brooklyn Nets at Orlando MagicNon esattamente una off season da ricordare per gli Wizards, che a fronte di qualche arrivo di livello modesto hanno dovuto salutare una buona parte del roster della scorsa stagione. Jared Dudley, Dejuan Blair, Alan Anderson, JJ Hickson, Drew Gooden, Nene Hilario, Khris Humpries, Gary Neal, Ryan Hollins, Ramond Session e Garrett Temple: ben 11 gli addii in casa Wizards, che al contempo hanno riempito l’enorme voragine lasciata dall’impressione mole di partenze con Ian Mahinmi, Trey Burke, Andrew Nicholson, Jason Smith, Johnny O’Bryant, Casper Ware, ed i 4 rookies Danuel House, Sheldon McClellan, Thomas Santoransky e Daniel Ochefu, a completamento di un roster già molto indebolito e che andrà scremato nel prossimo mese.

Cosa aspettarsi?

L’evidente indebolimento del roster e la già mancata qualificazione ai playoffs nella scorsa stagione sembrerebbero lasciare agli Wizards ben poche scelte: se la squadra non troverà un grande affiatamento in campo e la continuità da parte di Bradley Beal, i tifosi di Washington non potranno fare altro che guardare i propri giocatori inabissarsi nella parte bassa della eastern conference. Riusciranno Wall e compagni a trovare la quadratura del cerchio o si perderanno in una stagione altalenante per terminarla fuori dai Playoffs?

Pronostico: 33W (-8 rispetto alla scorsa stagione).

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.