Wesley Matthews ha raccontato di come Kobe Bryant lo aiutò ad affrontare l’infortunio al tendine d’Achille

Home NBA News

Non solo Montrezl Harrell, nelle scorse ore i Los Angeles Lakers hanno presentato alla stampa anche un’altra delle firme di questa offseason: Wesley Matthews. Il veterano ha concluso l’ultima stagione a Milwaukee, scegliendo poi i giallo-viola da free agent. E quale miglior modo di presentarsi a Los Angeles di raccontare un aneddoto su Kobe Bryant.

Matthews e il compianto Black Mamba avevano infatti una cosa in comune, purtroppo: entrambi in carriera hanno subito la rottura del tendine d’Achille. L’ex Bucks riportò il terribile infortunio nel 2015, quando giocava per i Portland Trail Blazers, e trovò proprio in Bryant un sorprendente aiuto psicologico. Kobe si era rotto il tendine d’Achille due anni prima, nel 2013. Secondo quanto raccontato da Matthews, il Mamba lo chiamò da un numero sconosciuto: i due non si erano mai parlati al telefono, ma Kobe volle metterlo in guardia su quanto duro sarebbe stato il processo di recupero. Parole che furono di grande aiuto per l’attuale giocatore dei Lakers.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.