Würzburg alza l’asticella, Wells sgambetta una Varese sotto tono. La prima semifinale di FIBA Europe Cup è dei tedeschi

Coppe Europee Europe Cup Home

PALLACANESTRO OPENJOBMETIS VARESE – S. OLIVER WURZBURG: 66-89

(21-23, 12-23, 18-22, 15-21)

Una S. Oliver Wurzburg energica e cinica da ogni zona del campo sorprende una Openjobmetis Varese scomposta, non abituata a questo tipo di gioco – e risultato – sul proprio parquet. I tedeschi alzano in modo drastico l’asticella e dominano per 30′ della gara grazie alla fisicità sotto canestro e alla percentuale di tiro. Alla fine del terzo quarto i tedeschi producono 33 punti su 68 e di fatto chiudono la gara già dopo la terza frazione grazie ad un’ottima costruzione del gioco offensivo. Varese non trova il ritmo e crolla in una serata sotto tono in cui si sente pesantemente l’assenza di Dominique Archie.

E’ la semifinale. Sul campo della Enerxenia si sente e si vede. Wurzburg non è arrivata a Varese per farsi mettere sotto come spesso capita alle squadre che calcano questo parquet da ospiti. I tedeschi affrontano la gara andando forte a rimbalzo offensivo – 6 dopo 8 minuti – e trovando in buone dosi il tiro da oltre l’arco – 5/12 nella prima frazione – con cui riescono ad inibire un inizio scoppiettante del duo Aleksa Avramovic – Tyler Cain, autori di 16 dei 21 punti dei primi 10′ per i bianco rossi. L’americano colleziona anche 5 rimbalzi nella prima frazione ed è in gran parte grazie alla sua presenza che i padroni di casa rimangono a – 2 (21-23) all’inizio del secondo quarto.

Un secondo parziale che a Varese non porta il miglioramento sperato rispetto ai precedenti 10 minuti. La squadra di Caja non trova il canestro coi primi 4 tiri dal campo, cosa che invece riesce molto bene agli avversari. Il problema di Varese nella metà campo difensiva si chiama Jordan Hulls: la guardia americana tocca 13 punti – 14.9 punti è la sua media stagionale in FIBA EUROPE CUP – già a metà della seconda frazione quando riesce a portare i suoi sul +11 (26-37). Varese cerca di macinare gioco in attacco, ma al meccanismo offensivo dei varesini manca la fluidità dei turni precedenti. I prealpini rimangono indietro e Wurzburg sfrutta l’occasione. Cooks e l’ex Cameron Wells si combinano per mandare la gara alla pausa sul 33-46.

Al rientro dagli spogliatoi, uno sprazzo di energia sembra poter dare il tono giusto a Varese. Ancora sull’asse Cain-Avramovic arrivano i primi punti del secondo tempo per i varesini, ma Wurzburg mette subito a tacere il tentativo sovversivo di rimonta dei padroni di casa. Il duo Cooke-Wells produce 9 punti in fila per lanciare la S. Oliver sul 40-58, poi Hulls allunga anche sul +21. Ma è verso il finale di quarto che i tedeschi tirano il collo ai varesini con un parziale di 8-2 per il 51-68 dopo 30′. E’ subito all’inizio del quarto parziale che Varese imbarca una serie di canestri che la fanno crollare in uno svantaggio profondo 28 punti (53-81) sempre a causa delle triple di Oliver e le offese di Wells. L’attacco di Varese è scomposto e fatica a penetrare l’area tedesca o andare a segno da fuori. Una brutta sconfitta sorprende i varesini. A Masnago termina 66-89.

Pallacanestro Openjobmetis Varese: Cain 15 con 9 rimbalzi, Scrubb 14; 

S. Oliver Würzburg: Hulls 19, Wells 18, Cooks 15, Oliver 14; 

Qui le statistiche complete 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.