XV BSL Monfalcone: Trieste vince contro Agrigento e accede alla finale

Serie A2 Recap
Ph. Andrea G. Costa

Alma Pallacanestro Trieste batte la Moncada Fortitudo Agrigento per 87-70 accedendo così alla finale della quindicesima Basketball Summer League, per la prima volta ospitata a Monfalcone. Domani sera alle 20 i biancorossi affronteranno i croati del KK Skrljevo, capaci di imporsi sulla Gsa Apu Udine per 88-85.

Dalmasson conferma il quintetto delle precedenti amichevoli: Fernandez, Cavaliero, Green, Coronica, Cittadini. Agrigento parte meglio confezionando un immediato 4-0 di parziale firmato Jalen Cannon. A rispondere è Cavaliero con due conclusioni in fila, ben supportato dalla fisicità di Cittadini, sempre coinvolto nei giochi d’attacco, e da un Green propositivo (8-6 Alma). Trieste sale di colpi con la regia e l’inventiva di Fernandez che segna sia in penetrazione che dalla distanza (15-9). Anche Janelidze aggiunge il proprio mattoncino al gioco di Dalmasson mentre la Moncada litiga con il canestro. Il primo quarto si chiude 22-13 dopo la seconda tripla del “Lobito”.

Agrigento si risveglia con due tiri da tre punti di Ambrosin e Pepe: la squadra di Ciani inizia a macinare gioco piazzando un parziale di 14-4 e mettendo la testa avanti sul 26-27. L’Alma risponde con Cittadini e Fernandez ma Pepe si conferma in serata al tiro (31 pari a 3’50” da metà gara). Cinque punti di Janelidze e un paio di buone iniziative di Guariglia consegnano agli archivi la prima metà gara sul 42 pari.

Si riparte con una selva di errori, ma Green e Cittadini sono comunque più lesti nel procurarsi le prime segnature (46-42). Javonte Green e Jalen Cannon salgono di colpi ma complessivamente Agrigento snocciola maggiore energia sul parquet monfalconese, riportandosi in vantaggio a metà del terzo quarto e poi salendo sino al 49-55 con la tripla di Evangelisti. Janelidze risponde da tre punti ma per la Moncada entra in partita anche Williams con un paio di buone iniziative. Gli uomini di Ciani chiudono in testa dopo tre quarti sul 58-62.

Dalmasson prova a trovare energia dalla panchina con Prandin, Loschi e Baldasso.
Cavaliero pesca dal cilindro due conclusioni da campione e, supportato dall’intensità di Bobo Prandin, riporta in vantaggio Trieste (67-63). Guariglia riporta a contatto Agrigento ma Trieste ritrova la precisione del “Citta” vicino canestro e di Green sia dalla lunetta che con una classica rubata più schiacciata in contropiede (73-66).

La Moncada accusa il colpo quando Loschi, ripetendosi dopo il bolide sfoderato a Lignano la settimana scorsa, azzecca una tripla da distanza siderale. Cavaliero completa l’opera dalla lunetta con 6 liberi a segno che consegnano l’accesso alla finale di domani sera con i croati del KK Skrljevo.

Alma Pallacanestro Trieste – Moncada Agrigento 87-70 (22-13; 42-42; 58-62; 87-70)

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica 2, Fernandez 16, Green 16, Schina, Baldasso 2, Janelidze 13, Prandin 4; Cavaliero, 17, Loschi 6, Cittadini 11, De Angeli n.e., Giustolisi n.e.
All: Eugenio Dalmasson.

Moncada Agrigento: Rotondo 5, Cannon 9, Zugno 5, Evangelisti 6, Williams 7, Ambrosin 12, Guariglia 12, Pepe 12, Lovisotto 2, Cuffaro n.e.
All: Franco Ciani

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Trieste 2004

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.