Yao Ming: “Il divario tra Cina ed il resto del mondo cestistico si è allargato”

Home Nazionali News

La Nazionale cinese ha fallito tutti gli obiettivi nel Mondiale giocato sui parquet del proprio Paese, davanti ai propri tifosi: la sconfitta contro la Nigeria e la contemporanea vittoria dell’Iran sulle Filippine l’hanno esclusa da una qualificazione diretta alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2020, ma soprattutto le stentate vittorie contro Costa d’Avorio e Corea del Sud ed il cammino generale nella competizione non hanno per nulla convinto gli addetti ai lavori.

La leggenda del basket cinese Yao Ming, inserito nella Hall of Fame nel 2016, si è addossato parte delle colpe della debacle cinese al Mondiale: “Anch’io come ambasciatore del basket cinese del Mondo ho deluso i tifosi, che avevano grandi aspettative sulla nostra Nazionale a questi Mondiali, ma non siamo riusciti a centrare l’obiettivo minimo. Il Mondiale è una finestra sul pianeta cestistico per noi e ci siamo resi conto che il gap tra Cina e le Nazionali leader del movimento si è di nuovo allargato rispetto al passato, in cui avevamo fatto passi in avanti“.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.