Verona fa quattro W consecutive: sconfitta in trasferta Jesi

Serie A2 Recap

Termoforgia Jesi – Tezenis Verona 66-69

(22-18, 14-18, 17-15, 13-18)

La Tezenis Verona vince la quarta partita consecutiva. Un successo in trasferta sul campo di Jesi al termine di una gara equilibrata dal primo all’ultimo minuto. Risolta con grande freddezza e compattezza in casa gialloblù, con i ragazzi di coach Dalmonte bravi a gestire al meglio gli ultimi secondi del match.
Verona, più volte, prova a scappare nel punteggio, ma Jesi è formazione ostica e capace di tornare sempre in partita fino all’ultimo quarto quando in apertura allunga di 5 lunghezze.
La Tezenis risponde e lo fa con una prova di corale di grande spessore che valgono il successo finale per 66-69.
Un match che si chiude con quattro giocatori in doppia cifra (Candussi, Henderson, Ferguson e Severini); per Candussi è la terza “doppia doppia” consecutiva.
Coach Dalmonte lancia lo starting five composto da Amato, Henderson, Severini, Udom e Candussi. E’ di Baldasso il primo canestro della partita ma Henderson non è da meno e si invola sulla linea di fondo per schiacciare a due mani. I padroni di casa si riportano avanti ma è ancora il numero 15 gialloblù a colpire dalla lunga (7-5).Candussi fa 7 pari, in un inizio in cui gli attacchi sono gli assoluti protagonisti sia da una parte che dall’altra. E’ firmato Udom il primo vantaggio Tezenis con un gioco due più uno. Ma è un sussulto, perchè Jesi trova il break finale e alla prima pausa è avanti 22 a 18.
Inizia il secondo periodo e Verona prova ad accelerare: tripla gialloblù e il neo entrato Ferguson a riportare avanti i suoi. Totè segna dalla media ma Severini allunga sul 26-31 e Cagnazzo è costretto a chiamare time-out. L’ effetto non è quello sperato dal coach dei padroni di casa e la Tezenis è in fiducia: Ferguson la porta al massimo vantaggio fin lì (26-33). Basta un attimo però, perchè la Termoforgia piazzi un controbreak che la riporta sopra (34-33) e che obbliga coach Dalmonte a richiamare i suoi in panchina per un minuto di sospensione. Ci vuole il solito Ferguson per far tornare a segnare gli ospiti: canestro sulla sirena e all’intervallo si va negli spogliatoi in perfetto equilibrio:36-36.
Il rientro dagli spogliatoi è tutto di marca gialloblù: un assolo Tezenis guidato da Candussi e Udom fanno schizzare gli ospiti sul 38 a 46. La Termoforgia però è un osso duro e, come già successo nel secondo periodo, torna prepotentemente sotto: guidata da Dillard e da Jones, la formazione marchigiana ricuce fino alla parità a quota 48; nel finale Jesi prova a mettere la freccia, chiude sul 53-51 il terzo quarto.
Gli ultimi 10 minuti della partita vivono ancora sull’equilibrio. Sorpassi e contro sorpassi da una parte e dall’altra e che sembra non volerne sapere di decretare un padrone. Dillard prova nuovamente l’allungo per la Termoforgia con la bomba del più 5 (61-56). La Tezenis spreca tanto in attacco ma riesce comunque a stare in scia ai padroni di casa grazie alla difesa. Henderson impatta di nuovo sul 63 colpendo dall’arco in transizione. Una grande difesa di Amato fa deragliare Dillard e Ferguson sorpassa a 50 secondi dalla fine. Finale thrilling: ancora Jazz dalla lunetta (1/2) a dare un possesso di vantaggio alla Tezenis, Dillard in lunetta ne infila solo uno dei due a disposizione riportando a meno 2 Jesi (64-66) prima di fermare fallosamente Amato per bloccare il cronometro. Anche Andrea ne realizza solo 1. Ancora il numero 1 di Jesi a insaccare il -1 e timeout di Dalmonte a 5 secondi dal termine. Ferguson ancora in lunetta è glaciale, Jones nell’altra metà campo manda sul ferro. Si chiude con la vittoria di Verona con il punteggio di 66-69.

Termoforgia Jesi: Andre Jones 15 (3/9, 3/10), Leonardo Tote 14 (6/10, 0/1), Tommaso Rinaldi 13 (2/10, 3/4), Kevin Dillard 12 (3/11, 1/3), Lorenzo Baldasso 8 (0/0, 2/5), Bruno Mascolo 2 (0/1, 0/0), Isacco Lovisotto 2 (1/1, 0/0), Matteo Santucci 0 (0/0, 0/2), Simone Mentonelli 0 (0/0, 0/0), Noah Mwananzita 0 (0/0, 0/0), Babacar Kouyate 0 (0/0, 0/0), Antonio Valentini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 12 – Rimbalzi: 41 14 + 27 (Tommaso Rinaldi 11) – Assist: 14 (Kevin Dillard 7)
Tezenis Verona: Terry Henderson 15 (1/5, 3/5), Francesco Candussi 14 (6/10, 0/1), Jazzmarr Ferguson 14 (3/6, 1/7), Giovanni Severini 11 (1/3, 3/6), Mattia Udom 7 (3/8, 0/1), Giacomo Maspero 5 (1/2, 1/3), Andrea Amato 3 (1/3, 0/4), Iris Ikangi 0 (0/0, 0/0), Andrea Quarisa 0 (0/2, 0/0), Omar Dieng 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 21 – Rimbalzi: 38 12 + 26 (Mattia Udom 12) – Assist: 13 (Jazzmarr Ferguson 4)

Fonte: ufficio stampa Scaligera Verona

Francesco Manzi

Milano native. Laureato in Scienze Politiche all'Università Statale di Milano, studente di Comunicazione per le Organizzazioni e le Imprese all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Tifoso degli Orlando Magic e dell'AC Milan, fondatore di BasketUniverso con una passione smodata per sport e musica rap.
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.