Grissin Bon Reggio Emilia: puntare in alto nel segno della continuità

Home Pagelle Serie A News

 

Pallacanestro Reggiana

(Vice Campione d’Italia – 3° classificata Regular Season)

reggio

Roster :

PM: Stefano Gentile, Andrea De Nicolao
G: Pietro Aradori, Amedeo Della Valle
AP: Ojars Silins, Rimantas Kaukenas (C)
AG: Achille Polonara, Adam Pechacek
C: Vladimir Veremeenko, Darjus Lavrinovic

La stella: Darjus Lavrinovic

La stella della squadra : Darjus Lavrinovic
La stella della squadra : Darjus Lavrinovic

Il centro classe 1979 al suo secondo anno nelle fila reggiane, dopo una stagione in cui la Pallacanestro Reggiana lo ha saputo attendere sino ad Aprile, è chiamato a dimostrare tutto il suo valore di leader tecnico. Vero, l’acquisto di un giocatore con tanti punti nelle mani come Aradori potrebbe far pensare a lui come prima scelta offensiva, e non si può certo dimenticare la magica stagione di Polonara e della presenza dell’evergreen e neo-capitano biancorosso Rimantas Kaukenas. Tuttavia, Darjus Lavrinovic nelle sue apparizioni con la casacca emiliana, ha dimostrato di saper essere l’ago della bilancia delle partite con le sue giocate di alta classe da manuale della pallacanestro, dimostrandosi giocatore pericoloso sia dal post che fronte a canestro, da dentro e fuori area. Nelle sole 15 partite di playoff disputate 12.4 sono i punti segnati in media per uno dei lunghi sicuramente più forti e tecnici di questo campionato. Nella prossima stagione è lecito aspettarsi un minutaggio controllato per preservarne l’integrità fisica che inevitabilmente dopo 36 primavere non è più quella di una volta, ma certamente servirlo sarà una delle opzioni più utilizzate dalla nuova Grissin Bon.

L’arma in più: Amedeo Della Valle

Amedeo Della Valle e la sua celebra Faccia Cattiva in Finale Scudetto
Amedeo Della Valle e la sua celebra Faccia Cattiva in Finale Scudetto

Dopo una grande annata di crescita e l’esperienza maturata nell’estate azzurra ad Eurobasket, la guardia di Alba Torinese si è da subito messa a disposizione di Max Menetti senza nemmeno sfruttare il weekend di pausa concessogli. Gli esperti, i compagni ed i tifosi reggiani si aspettano da lui un’ulteriore crescita globale. Della Valle sa mettere intensità e grande energia sul parquet pur entrando dalla panchina, e queste sue doti caratteriali, assieme al suo grandissimo talento, lo rendono una delle più grandi speranze del panorama cestistico nostrano. Ma per i tifosi reggiani, Amedeo è ben più di una speranza: è una verità, una certezza. Ha chiuso la stagione con 9.26 punti per partita con 2,4 assistenze, dimostrando di esser sempre pronto a fare il suo per la squadra risultando essere l’arma in più, quell’arma in più sulla quale Reggio Emilia può contare per i prossimi tre anni.

Il coach: Max Menetti

Una vita sulla panchina biancorossa. Ancora una volta lo skipper della Pallacanestro Reggiana sarà Massimiliano Menetti. Un coach in grado di motivare e di essere umanamente vicino ai suoi ragazzi e contemporaneamente ai tifosi, come pochi sono in grado di fare. Famose le sue difese a zona chiamate durante il match per mandare in tilt gli attacchi avversari e la sua caparbietà nel motivare i propri giocatori nonostante le continue emergenze. Nella stagione 2015/2016 non sarà più affiancato da Fioretti, al quale vann riconosciuti grande meriti della grande difesa reggiana vista nelle ultime stagioni, ma da Devis Cagnardi e dall’ex giocatore biancorosso nonché consulente tecnico della cavalcata in EuroChallenge di due stagioni fa, Donatas Slanina.

Mercato: cambiata la cabina di regia; rinforzato il settore lunghi

La società biancorossa, ha svolto un mercato nel segno della continuità. Credere nei giocatori italiani e senza nessun americano a roster. Il mercato si è aperto con le non conferme di Diener e Chikoko, la partenza oltreoceano per il college-basket del baby Mussini unite a quella molto chiacchierata di Riccardo Cervi che, assieme a Giovanni Pini, si è accasato ad Avellino. L’addio più pesante è stato quello dell’ex capitano Cinciarini, il quale dopo i primi proclama di fedeltà, si è trasferito all’Olimpia Milano fruttando un ricco buyout per le casse reggiane.

Rimantas Kaukenas sarà il nuovo capitano biancorosso
Rimantas Kaukenas sarà il nuovo capitano biancorosso

Sono dunque arrivati Stefano Gentile ed Andrea De Nicolao per i ruoli di playmaker, ma il grande acquisto è certamente rappresentato dalla guardia/ala Pietro Aradori, cavallo di ritorno del nostro campionato italiano al quale verrà chiesto di prendersi importanti responsabilità dal punto di vista realizzativo. La ciliegina sulla torta del mercato reggiano è rappresentato dal pivot biellorusso Vladimir Veremeenko. Dopo numerose trattative e rumors la società ha chiuso il mercato con un giocatore di probata esperienza europea, 208cm di grande fisicità, carattere e con una vena realizzativa di tutto rispetto.

Aspettative: piazzamento nelle prime 4 e superare il primo turno di Eurocup

Quella alle porte non sarà di certo una stagione semplice per la Grissin Bon: dopo un’annata davvero positiva e una magica cavalcata playoff conclusasi ad un soffio dal sogno Scudetto, le aspettative non possono che essere alte. Ripartire per provare a ripetersi e se possibile migliorarsi dando continuità ad un progetto pluriennale di fiducia in un nucleo italiano portante e nella crescita di giovani prospetti: questo è il credo reggiano. Il punto fermo sulla quale la società non ha dimostrato di volersi schiodare.

La stagione biancorossa partirà con la Supercoppa di Torino  nella quale cercherà di giocarsi al meglio le proprie chance, nonostante un pre campionato difficile, per esser poi pronta ad essere protagonista di un campionato di vertice cercando il miglior piazzamento possibile nella griglia playoff di fine stagione. Parallelamente, l’obiettivo di passare la prima fase di Eurocup .

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.