Tristan Thompson pensa che i Cavs debbano ritirare la maglia di Kyrie Irving

Home NBA News

Kyrie Irving fu scelto dai Cleveland Cavaliers come prima chiamata assoluta nel 2011 dai Cleveland Cavaliers ed in Ohio ha poi speso 6 anni, vincendo un titolo nel 2016 con tanto di tiro della vittoria in Gara-7. Lontano dai Cavs, il playmaker deve ancora dimostrare davvero il proprio valore: in due anni a Boston sembra aver creato più problemi in spogliatoio che altro, mentre l’esperienza coi Brooklyn Nets è ancora in fase troppo embrionale per dare un giudizio.

Qualsiasi sarà la futura carriera di Irving, però, il suo amico ed ex compagno Tristan Thompson pensa che sia entrato sufficientemente nella storia di Cleveland da meritarsi il ritiro della maglia #2 da parte della franchigia. “La sua maglia verrà ritirata qui. E’ parte della storia della squadra, ci sarà sempre il suo posto in questa franchigia. Vedete lo stendardo lassù? E’ questo ciò che significa Irving per questa organizzazione. Essere la prima scelta, entrare nella Lega con così tante aspettative, ed è riuscito a superarle tutte. E’ stato un All Star, un MVP dell’All Star Game, un campione del mondo con Team USA, una medaglia d’oro olimpica, ha segnato uno step-back decisivo in Gara-7 alle Finals, ha vinto il Rookie of the Year, è un sacco di roba” ha commentato Thompson parlando con Cleveland.com.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.