La Fortitudo non si ferma più: archiviata anche la pratica Verona

Recap Serie A2

Tezenis Verona – Consultinvest Fortitudo Bologna 54-67

(12-19, 16-26,  15-11, 11-12)

Dopo la vittoria di Giovedì sera contro Trieste, la Fortitudo Bologna fa il colpo grosso anche in trasferta annichilendo Verona. Salgono dunque a quattro le vittorie consecutive dei bolognesi mentre si interrompe a sette la striscia di vittorie interne della Tezenis. Ben tre giocatori in doppia cifra per gli ospiti tra i quali: Mancinelli, Fultz e Cinciarini. Agli scaligeri non bastano 26 punti in due di Jones e Udom, prestazione insufficiente di Greene.

Inizio di partita molto equilibrato con le due squadre che si studiano e difendono molto bene. Al giro di boa risultato sul 6-6, da evidenziare i 4 punti consecutivi di Tote. Mancano 2′ allo scadere della prima frazione quando la Fortitudo prova a dare il primo strappo alla partita con un break di 9-0. Verona perde due palloni consecutivi vittima della buona difesa biancoblù e gli ospiti con la tripla di Fultz e l’appoggio di Rosselli ottengono il massimo vantaggio di +9 (8-17). Al rientro dal timeout chiesto da Dalmonte, la Tezenis prova a tornare a contatto con Jones e Amato ma Mancinelli mantiene i suoi avanti di 7 lunghezze. I primi dieci minuti terminano 12-19.

Avvio della seconda frazione sottotono per la Fortitudo e i padroni di casa ne giovano. Il no look pass di Amato per Jones sancisce il 19-21. Ritorna in campo Fultz per la Consultinvest e se ne vedono gli effetti: tripla, assist e buon lavoro come regista. Parziale 0-12 bissato dalla Effe e in un amen è 21-35, rottura prolungata in attacco per la Tezenis. I gialloblu si sbloccano però dalla lunetta dopo un tecnico, discutibile, ai danni di Stefano Mancinelli. Risultato sul 28-44 al suonare della seconda sirena.

Il terzo quarto segue le orme dei precedenti. Gli ospiti gestiscono agevolmente il vantaggio toccando anche il +22 (massimo vantaggio della gara), mentre la luce sembra essersi spenta per la Tezenis. Sempre sopra la doppia cifra di vantaggio i biancoblù anche se Verona ferma l’emorragia e la terza frazione termina 43-54. L’ultimo quarto continua ad essere a senso unico e le sorti dell’incontro sono già scritte, i veneti che hanno smesso di crederci. Finisce 54-67, la Fortitudo si mantiene pari a Trieste.

Tezenis Verona: Poletti 6, Jones 15, Greene 4, Ikangi 6, Amato 2, Tote 5, Udom 11, Palermo 5. All. Luca Dalmonte

Consultinvest Fortitudo Bologna: Mancinelli 13, Fultz 13, Amici 5, Gandini 2, Rosselli 6, McCamey 5, Italiano 6, Cinciarini 13, Pini 4. All. Stefano Comuzzo

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.