I Lakers puntano a incassare una cifra spaventosa dal nuovo sponsor di maglia

Home NBA News

Dal 2017 sulle divise delle squadre NBA sono comparsi per la prima volta gli sponsor, pur senza loghi estremamente visibili come avviene in molti altri sport o nel basket europeo.

Le partnership, infatti, si traducono in “patch” che vengono applicate sulle maglie da gioco, la maggior parte delle volte all’altezza nel petto e in posizione laterale. I Los Angeles Lakers hanno stretto un accordo commerciale (in scadenza fine stagione) con Wish, gigante dell’e-commerce, che versa una cifra compresa fra 12 e 14 milioni di dollari per avere il proprio marchio sulle divise di LeBron James e compagni.

L’obiettivo dei Lakers è di aumentare a dismisura gli introiti per la loro patch e per questo hanno stretto un accordo con l’agenzia SportFive che dovrà fare da intermediaria fra i gialloviola e gli investitori interessati. Il piano della franchigia è di incassare circa 200 milioni di dollari l’anno: tanto è stato stimato da Nielsen il valore della patch. Una cifra pazzesca, se si pensa che la squadra di calcio europea che incassa di più dal proprio sponsor di maglia principale è il Manchester United che percepisce meno di 72 milioni di euro da Chevrolet.

 

Fonte: CNBC

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.